Sport

pubblicato il 7 maggio 2011

WSBK, Monza, Superpole: Biaggi piglia tutto

Record di velocità e distacchi importanti agli inseguitori. Insaziabile

WSBK, Monza, Superpole: Biaggi piglia tutto

Non ce ne sarebbe stato neanche il bisogno, la Superpole era già sua, ma all'ultimo giro Max Biaggi ha voluto ricordare a tutti che il campione del mondo della Superbike è ancora lui, sfoderando un giro da fenomeno sotto alla bandiera a scacchi, che gli è valso il nuovo record del tracciato di Monza. 1'41"745: è questo il tempo con cui Max ha sbaragliato tutta la concorrenza, rifilando addirittura quasi sette decimi al più vicino degli inseguitori, che è stato il britannico Eugene Laverty con la Yamaha, e facendo segnare anche il nuovo record per quanto riguarda la media sul giro della storia della Superbike. Ma, soprattutto, il "Corsaro" ha fermato la striscia di tre Superpole consecutive del rivale Carlos Checa, che invece non è riuscito a fare meglio dell'undicesimo tempo, vedendo la sua Ducati eliminata al termine della Superpole 2.

Detto del dominio di Biaggi, è interessante notare che in prima fila ci sono quattro moto differenti, perchè Jonathan Rea ha portato la sua Honda al terzo posto, precedendo la BMW di Troy Corser. Si è dovuto accontentare della seconda fila invece Marco Melandri, che alla fine si è lamentato dello scarso grip trovato per la sua R1. Accanto a lui ci sarà un Leon Haslam, dal quale forse ci si aspettava qualcosa in più dopo le ottime performance delle qualifiche. Il vice-campione del mondo è rimasto in pista ad oltranza, provando in tutti i modi ad abbassare i suoi tempo, ma senza successo. La seconda fila poi è completata da Michel Fabrizio e Noriyuki Haga.

Interessante anche la prestazione di Ayrton Badovini, che aprirà la terza fila in nona posizione. Il pilota della BMW Motorrad Italia è stato anche un pò sfortunato perchè gli sarebbero bastati pochi millesimi per portare la sua S1000RR nella Superpole 3.
Viste le prestazioni del compagno di squadra, ma anche quello che aveva mostrato nelle ultime libere, delude il decimo tempo di Leon Camier. Con Checa alle sue spalle, però, si potrebbe quasi dire che non tutto il male viene per nuocere in casa Aprilia, perchè il britannico potrebbe fare il gioco di Biaggi tenendo d'occhio il leader del mondiale.
Male, infine, anche le due Kawasaki ufficiali di Tom Sykes e Joan Lascorz, che non sono neppure riuscite a passare la tagliola della Superpole 1. Quasi un fulmine a ciel sereno se si pensa alle ottime prestazioni realizzate dallo spagnolo in Q2.

WSBK, Monza, Superpole, Classifica

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , superbike , piloti


Top