Attualità e Mercato

pubblicato il 7 maggio 2011

Caro carburante: prezzi in lieve calo

Qualche centesimo in meno per benzina e gasolio, ma durerà?

Caro carburante: prezzi in lieve calo

Il prezzo al litro della benzina in Italia è tornato oggi sotto la soglia dell'1,6 euro. Con il crollo dei prezzi delle materie prime sui mercati internazionali, la media ponderata nazionale tra i diversi marchi - secondo il monitoraggio della Staffetta Quotidiana - è diminuita per la verde di 2 millesimi, cioè fino a quota 1,590 euro, e di 10 millesimi per il diesel, a 1,478 euro. L'ondata di ribassi già ieri aveva innescato un'ondata a catena, trascinando in giù i prezzi dell'oro, dell'argento, del mais e del cotone e il prezzo del petrolio USA è crollato sotto i 95 dollari al barile. Anche il Brent è crollato sotto 106 dollari.

Riguardo alla rete italiana tuttavia non bisogna dimenticare che i prezzi restano alti. Sebbene infatti il calo ci sia stato, stiamo sempre parlando di una discesa che segue un record storico. Analizzando più da vicino il quadro attuale gli automobilisti che si riforniscono all'Eni hanno di fronte prezzi che sono diminuiti di 0,5 centesimi, in TotalErg il ritocco sulla verde è di 2 millesimi (a 1,599 euro) e sul diesel di 22 millesimi (a 1,479 euro). Scendono solo sul gasolio invece IP (-2 centesimi a 1,478 euro), Shell (-1,5 centesimi a 1,481 euro) e Tamoil (-1 centesimo a 1,489 euro), come riportano le agenzie TMNews e AGI.

Autore: Eleonora Lilli

Tag: Attualità e Mercato , carburanti


Top