Curiosità

pubblicato il 6 maggio 2011

BMW vs AMG la battaglia dei Viral

Prosegue la lotta a suon di video tra i brand tedeschi

BMW vs AMG la battaglia dei Viral

E’ di qualche giorno fa la comparsa su Youtube di un simpatico video in cui due amici si sfidano in uno scontro in pista moto contro auto. Il virale, girato dalla BMW, vede la S 1000RR duellare contro la M3, avendo la meglio in una gara su pista bagnata…
Il video arriva un paio di settimane dopo quello lanciato da AMG in collaborazione con Ducati che vedeva la C63 AMG e la 848 Evo impegnate in una sfida in riva al mare. Anche in quel caso la AMG utilizzava l'abbinamento motociclistico per fare promozione ad un modello supersportivo, che della M3 è rivale diretto.

Tornando al Virale della BMW che vedete in questa pagina, al di là del risultato poco credibile, per quanto le doti di guida di Rico Penzkofer siano sicuramente notevoli (anche se non sappiamo con esattezza chi sia il "Nico" suo rivale), questo video ci ha suggerito altre considerazioni.

Per la prima volta, infatti, un’auto e una moto BMW appaiono insieme nella comunicazione ufficiale del marchio dell’Elica. La prima cosa che viene in mente è che BMW abbia voluto rispondere per le rime al recente video promozionale di Mercedes-Benz in cui una giovane coppia si sfida in un esercizio mattutino di guida su C63 AMG Coupé e Ducati 848.

BOTTA E RISPOSTA FRA MARCHI TEDESCHI
In pratica la BMW, che da sempre tiene ben separata la comunicazione auto da quella moto, sembra voler ricordare al pubblico degli appassionati che la produzione di Monaco di Baviera spazia storicamente dalle due alle quattro ruote. La recente commistione pubblicitaria fra centauri e automobilisti, avviata per prima dall’accordo Ducati-AMG e che per altri motivi (riduzione della CO2) ha portato alla proposta degli scooter elettrici MINI e smart, indica quindi un allargarsi del confronto fra marchi premium anche nel settore delle motociclette.

MANCA SOLO VOLKSWAGEN
Visto il fermento attorno al connubio auto-moto è quindi facile immaginare che il Gruppo Volkswagen possa preparare la contromossa per entrare nella mischia, alleandosi con qualche produttore motociclistico importante o acquisendone addirittura uno. D’altronde non è un mistero che lo stesso Ferdinand Piëch sia da tempo a caccia di un qualche marchio storico italiano. Volendo quindi ipotizzare una risposta VW agli altri due rivali tedeschi si potrebbe pensare all’acquisizione di MV Agusta o, più verosimilmente, allo sfruttamento del know-how motociclistico di Suzuki. A questo punto si potrebbe azzardare anche di più e immaginare gli indiani di Tata desiderosi di affiancare le loro Jaguar e Land Rover con Triumph o Norton, solo per fare un paio di nomi.




Autore: Lorenzo Gargiulo - Fabio Gemelli

Tag: Curiosità , quadricilindriche , piloti , scarichi


Top