Sport

pubblicato il 4 maggio 2011

Rally di Tunisia 2011

Lopez cade, si frattura una caviglia

Rally di Tunisia 2011

Ieri sera lo aveva detto… "Domani attacco". E Francisco Lopez stava mantenendo oggi le promesse: si è lanciato a testa bassa lungo le veloci piste attorno alla "pipeline", la pista dell’oleodotto che attraversa la Tunisia da sud a nord. Al CP1 Lopez aveva già nel mirino il battistrada Przygonski, che ha raggiunto dopo il check point poratandosi in testa alla tappa.
E Chaleco non ha mollato neppure nella parte finale della tappa, più guidata con l’avvicinarsi delle zone montagnose della regione dei "Ksour", tanto da essere riuscito a mettere un buon margine tra sé e gli avversari. Ma al chilometro 213, quindi a sei chilometri dal traguardo di Ras El Oued, Chaleco è caduto a forte velocità.

Si sono subito fermati a soccorrerlo i piloti che lo seguivano, in particolare Rodrigus e Viladoms, fin quando Chaleco non è stato preso in carico dall’equipe medica e caricato sull’elicottero. E’ stato trasportato all’ospedale di Djerba dove viene sottoposto ai primi controlli in attesa di capire meglio la situazione e procedere all’eventuale rimpatrio. Per il momento sembra abbia una frattura alla caviglia, è comunque perfettamente cosciente. Nelle prossime ore si conosceranno meglio le sue condizioni e le tempistiche per il rimpatrio.

Autore: Redazione

Tag: Sport , bicilindriche , enduro , gare , fuoristrada , piloti


Top