Sport

pubblicato il 5 maggio 2011

Dakar 2012: "Bienvenido Perú"!

Tre stati per la gara di Rally più famosa del mondo

Dakar 2012: "Bienvenido Perú"!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2011: Tappa 13 - Marc Coma vince la 33esima Dakar - anteprima 1
  • Dakar 2011: Tappa 13 - Marc Coma vince la 33esima Dakar - anteprima 2
  • Dakar 2011: Tappa 13 - Marc Coma vince la 33esima Dakar - anteprima 3
  • Dakar 2011: Tappa 13 - Marc Coma vince la 33esima Dakar - anteprima 4
  • Dakar 2011: Tappa 13 - Marc Coma vince la 33esima Dakar - anteprima 5
  • Dakar 2011: Tappa 13 - Marc Coma vince la 33esima Dakar - anteprima 6

La società organizzatrice della Dakar, la ASO, ha già definito il percorso del prossimo anno. La novità principale è che dal 2012 oltre ad Argentina e Cile ci sarà un altro stato sudamericano: il Perù. Ma c’è dell’altro, non si partirà più da Buenos Aires, bensì da Mar de Plata (più a sud). Non cambia la data della partenza, prevista per il 1° di gennaio 2012, e gli stage saranno 5 più uno (quest’ultimo è la cerimonia di apertura). Si attraverserà La Pampa in direzione Ande, per poi costeggiarle fino a salire in direzione Nord a Fiambalà, percorso dove i piloti dovranno vedersela con dune e canyon. Da qui si attraverseranno le Ande in direzione Copiapò, in Cile, dove il giorno 8 gennaio 2012 i riders faranno pausa per un giorno.

La seconda parte, che inizierà il 9 gennaio 2012, prevede il solito anello Copiapò-Copiapò, per poi risalire nuovamente a Nord attraversando il Chile, e soprattutto il deserto dell’Atacama, per un totale di cinque stage più il giorno di riposo. Il giorno 12 gennaio 2012 si giungerà finalmente in Perù, dove i concorrenti si troveranno ad affrontare qualcosa di nuovo, ma che naturalmente avrà a che fare con sabbia e terreno. Quattro tappe più il gran finale, sono gli stage che interessano questa "new entry", dove la carovana di mezzi vedrà la conclusione della gara, nella giornata del 15 gennaio 2012.

SOLO 450CC
Intanto vi diamo conferma sul regolamento moto. La riforma che ha avuto inizio due anni fa ha raggiunto la sua conclusione. Tutte le moto iscritte alla Dakar 2012, infatti, saranno limitate ad una cilindrata di 450cc. Nel 2010 e nel 2011, il passaggio obbligatorio a 450cc per i piloti "Elite" ha portato a una battaglia più intensa tra i costruttori: quattro marchi diversi, hanno concluso nella Top 10 della scorsa edizione, vinta da Marc Coma. Questo sembra dunque molto positivo, non solo per livellare il livello dei mezzi, ma soprattutto per far accedere un maggior numero di costruttori alla Dakar.

Per ora godetevi il video della ASO sulla preparazione e lo studio delle tappe per la Dakar 2012. A breve ci sarà poi la conferenza stampa con la presentazione della gara 2012, a cui OmniMoto.it parteciperà. Non mancheremo di fornirvi tutte le informazioni in merito.

Dakar 2012: preparazione percorso

Dakar 2012: preparazione percorso

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , gare , fuoristrada , dakar 2012


Top