Sport

pubblicato il 2 maggio 2011

Rally di Tunisia 2011 - Prima tappa

Da Tozeur a Ksar Ghilane vince Rodrigues, Lopez insegue

Rally di Tunisia 2011 - Prima tappa
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Rally Tunisia 2011 - Prima Tappa - anteprima 1
  • Rally Tunisia 2011 - Prima Tappa - anteprima 2
  • Rally Tunisia 2011 - Prima Tappa - anteprima 3
  • Rally Tunisia 2011 - Prima Tappa - anteprima 4
  • Rally Tunisia 2011 - Prima Tappa - anteprima 5
  • Rally Tunisia 2011 - Prima Tappa - anteprima 6

Nella giornata di domenica ha preso il via il Rally di Tunisia, seconda prova del Mondiale Cross Country Rally (la prima gara si è tenuta ad Abu Dhabi, dove ha vinto Marc Coma), una gara organizzata dai francesi di NPO . Dopo le verifiche di sabato a Tozeur, una splendida oasi ai margini dello Chott el Jerid, la gara è entrata ieri nel vivo con la prima tappa che ha portato alla piccola oasi di Ksar Ghilane, contornata dalle dune del Grande Erg Orientale. Una tappa di 296 chilometri complessivi, con una speciale di 264 che ha aggirato lo Chott per poi dirigersi verso est tra le bianchissime e accecanti dune di El Fouar, prima di raggiungere il traguardo di Ksar che sarà la base del rally per le prossime due giornate.

Francisco Lopez è partito per primo (forte della vittoria ottenuta lo scorso anno davanti a Marc Coma), e ha dunque dovuto aprire la pista, cosa difficile e non da tutti. "Chaleco" ha però svolto con disinvoltura il compito, fino a quando è stato raggiunto da Helder Rodrigues. Sul finale il portoghese ha allungato, vincendo la speciale davanti a Lopez, staccato al traguardo di tre minuti, e dal polacco Kuba Przygonski, solo sei secondi più lento di "Chaleco". E da quanto visto in questa tappa sembra già delinearsi il lotto dei protagonisti, che potrebbe restringersi a questi tre. Il quarto classificato, infatti, è stato il polacco Czachor, a oltre 16 minuti, mentre un altro dei possibili candidati alla vittoria, il catalano Jordi Viladoms, è solo sesto a 36’. Ottima prova in questa giornata anche per Jes Munk, il pilota privato il sella all’altra Aprilia assistita dal Team Giofil. Il coriaceo danese è stato nono al traguardo.
La tappa di oggi sarà una boucle che si svilupperà a sud di Ksar Ghilane, quindi quasi interamente tra le dune del Grande Erg, zone temibili sia per la tipologia del terreno che per la navigazione non certo facile. 208 chilometri complessivi, con solo due di trasferimento. Intanto ieri i piloti si sono rilassati con un bel bagno nella pozza calda di Ksar che ha sicuramente permesso di riacquistare le forze per l’impegnativa giornata di quest’oggi.

Helder Rodrigues (Por / Yamaha 450 No. 3): "E’ stato molto difficile. La navigazione non era facile e le dune erano molto morbid. Mi sono bloccato su una di queste e mi ci sono volute due minuti per tirar fuori la moto".
Francisco Lopez (Chi / Aprilia 450 No. 1): "E’ stato verametne superbo! Ho aperto la strada per i primi 200 km, poi con Helder abbiamo guidato insieme, ma io mi sono perso a 10 km dalla fine. La navigazione era veramente difficile".
Jakub Przygonski (Pol / KTM 450 No. 15): "Partendo ottavo, ho mangiato una marea di polvere! Poi sono rimasto da solo a guidare, ma niente qui è scontato. Pensavo di riuscire meglio oggi, ma a qualche chilometro dall’arrivo mi sono perso per qualche minuto".

CLASSIFICA
1. 3 RODRIGUES Helder - POR YAMAHA TMN YAMAHA 03h52'01
2. 1 LOPEZ Chaleco CHI - GIOFIL APRILIA APRILIA 03h55'10 - 00h03'09
3. 15 PRZYGONSKI Jakub POL - ORLEN TEAM KTM 03h55'16 - 00h03'15
4. 5 CZACHOR Jacek POL - ORLEN TEAM KTM 04h08'23 00h - 16'22
5. 100 DABROWSKI Marek POL - ORLEN TEAM KTM 04h10'16 - 00h18'15
6. 4 VILADOMS Jordi ESP - 1FORALL YAMAHA 04h28'22 - 00h36'21
7. 253 BOURGIN Thomas FRA - NOMADE HUSABERG 04h59'58 - 01h07'57

Autore: Redazione

Tag: Sport , gare , fuoristrada


Top