Sport

pubblicato il 29 aprile 2011

MotoGP, Estoril, Libere 2: SuperSic scivola, ma è al comando

Simoncelli mette dietro tutti!

MotoGP, Estoril, Libere 2: SuperSic scivola, ma è al comando

Marco Simoncelli l’aveva annunciato a Jerez: "Lo scorso anno in Portogallo ho centrato il miglior risultato della stagione sfiorando il podio sul quale quest’anno vorrei fortemente salire. La pista portoghese mi piace molto, con la 250 ho vinto nel 2009 e l’anno precedente sono salito sul podio. Sono fiducioso di poter fare un buon fine settimana". Al momento sta mantenendo le promesse, perché nelle prove libere di oggi al Gran Premio del Portogallo ha messo dietro tutti. Nonostante un'innocua scivolata ad una ventina di minuti dal termine, "SuperSic" è riuscito a togliere circa quattro decimi rispetto a questa mattina, realizzando il suo miglior giro in 1'37"663. Dietro di lui però gli altri non sono rimasti a guardare e non è un caso, infatti, che a seguirlo ci siano ancora una volta il gruppetto dei "Fantastici 4", che il buon Simoncelli sembra però motivato ad allargare a cinque.

Il miglioramento più importante lo ha fatto probabilmente Jorge Lorenzo, portando la sua Yamaha M1 al secondo posto ad appena una manciata di millesimi dal pilota della Honda. Del resto, qui sono tre anni che alla domenica si esibisce sempre "L'astronauta", quindi il feeling del maiorchino con le pieghe del tracciato portoghese sembra essere immutato.
Appena tre millesimi più indietro troviamo poi Dani Pedrosa, che quindi non sembra affatto risentire dell'intervento chirurgico subito appena un paio di settimane fa per eliminare la compressione dell'arteria succlavia. Tuttavia, bisognerà poi vedere come si comporterà la sua spalla sulla distanza di gara.
Chi sembra aver finalmente imbroccato la strada giusta è Valentino Rossi: il pesarese è riuscito a migliorare i suoi tempi di questa mattina, chiudendo a meno di mezzo secondo da Simoncelli e guadagnando anche una posizione ai danni di un Casey Stoner parso invece più in difficoltà rispetto alle altre due Honda nelle posizioni di vertice. Da segnalare che entrambi hanno fatto segnare lo stesso tempo al millesimo.

Stupisce decisamente il settimo tempo trovato da Karel Abraham, secondo dei piloti Ducati in barba a chi diceva che non meritava un posto in MotoGp. Un prestazione impreziosita dall'aver messo dietro due moto ufficiali come quelle di Ben Spies, ottavo, ed Andrea Dovizioso, 12esimo e staccatissimo dalle altre tre Honda ufficiali.
Segnali positivi anche da parte di Alvaro Bautista, che chiude sempre il gruppo, ma che ha abbassato di circa un secondo i suoi tempi rispetto alla prima sessione, mettendo insieme un'altra ventina di giri. Le probabilità che alla fine decida di andare avanti e prendere parte a tutto il weekend di gara a questo punto appaiono molto alte.

MotoGP, Estoril, Libere2, Classifica
1 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini HONDA 1'37.663
2 1 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing YAMAHA 1'37.724
3 26 Dani PEDROSA SPA Repsol Honda Team HONDA 1'37.727
4 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team DUCATI 1'38.102
5 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team HONDA 1'38.102
6 5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 1'38.203
7 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing DUCATI 1'38.473
8 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing YAMAHA 1'38.563
9 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team DUCATI 1'38.596
10 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP DUCATI 1'38.611
11 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini HONDA 1'38.645
12 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team HONDA 1'38.658
13 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 YAMAHA 1'38.760
14 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP HONDA 1'38.912
15 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team DUCATI 1'39.021
16 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team DUCATI 1'39.137
17 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP SUZUKI 1'40.173

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista , gare , piloti


Top