Curiosità

pubblicato il 27 aprile 2011

Polar Cycles: Jaguar Bike

La moto... giaguaro, proposta dal preparatore inglese

Polar Cycles: Jaguar Bike
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Polar Cycles - Jaguar Bike - anteprima 1
  • Polar Cycles - Jaguar Bike - anteprima 2
  • Polar Cycles - Jaguar Bike - anteprima 3
  • Polar Cycles - Jaguar Bike - anteprima 4
  • Polar Cycles - Jaguar Bike - anteprima 5
  • Polar Cycles - Jaguar Bike - anteprima 6

Quando si parla del mondo custom non c’è limite alla fantasia. Se poi date carta libera a un preparatore un po’… "troppo artista" e con la passione per l’estremo, beh, avrete dei risultati al di fuori di ogni aspettativa! E’ il caso di Polar Cycles, una azienda con sede in Inghilterra (Doncaster, South Yorkshire) che elabora bicilindriche a V americane.

LA MOTO
Una delle ultime creazioni va forse oltre l’estremo, ed è stata chiamata Jaguar Bike, e non è altro che una Buell 1200 S3 Thunderbolt del 1998, con basamento Sportster, "leggermente" rivista. La potenza è di 86 cavalli e il cambio prevede cinque rapporti (la trasmissione finale ora è a catena). Il carburatore è standard, ma è stato aggiunta una prolunga in acciaio che termina con il filtro aria in acciaio, e a punta, by Polar Cycles.
Al lato opposto troviamo invece gli scarichi, tagliati e lucidati. Il telaio è stato completamente rivisto da Polar Cycles ed ospita l’olio del motore, mentre il serbatoio della benzina (sempre realizzato internamente all’azienda) è ora esterno.
Forcella, ruote e freni sono gli originali Buell, mentre cambiano le leve. Queste sono state spostate sulla ruota posteriore, e le pedane sono imbullonate sul mozzo della ruota stessa. Sul lato sinistro, sopra la leva del cambio, trova spazio il porta targa con il piccolo fanale posteriore.
I carter sono stati lucidati, e le manopole includono gli indicatori di direzione. Nel muso del giaguaro troviamo il fanale anteriore. Sulla "schiena" dell’animale, invece, sono stati invece posizionati il tachimetro e il tappo del carburante, entrambi su bocchettoni di derivazione aeronautica.

IL DESIGN
Particolare attenzione merita il "vestito" di questa special. Iniziamo con il dire che il designer è Massow Designs. Per chi non conoscesse quest’azienda, si tratta di una società che realizza interni per appartamenti e luci con intelaiature metalliche o di legno, e che dal 2006 ha creato una sezione dedicata alle motociclette. Massow Design trae ispirazione da diverse auto sportive e soprattutto da animali particolarmente aggressivi (c’è anche una realizzazione sulla base di un toro, di colore rosso fuoco).
Come potete vedere dalle immagini, specialmente nella vista laterale, l’animale, in questo caso il giaguaro, è si stilizzato ma ha le sue forme originali. La muscolatura delle spalle all’altezza del serbatoio, per capirsi, ma anche la struttura del collo… e le zampe, che terminano all’anteriore sulla forcella, e al posteriore sul forcellone. Dei "naturali" prolungamenti per rendere la moto ancora più dinamica. Il muso, offre una particolare purezza nello stile e l’unico tocco è la bocca, cromata. La scelta della verniciatura è caduta sul nero lucido, proprio per donare l’idea dello scatto felino, date comunque le discrete prestazioni del motore americano.
Non commentiamo la posizione di guida, ma sicuramente è una realizzazione particolarmente… unica, tanto aver ricevuto le attenzioni di testate quali The Daily Mail, The Sunday Times (South Africa) e la BBC News 24.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Curiosità , bicilindriche , chopper , cruiser , curiosità , custom


Top