Sport

pubblicato il 26 aprile 2011

MotoGP 2011: Bautista correrà all'Estoril

Dopo solo 42 giorni il suzukista torna in sella alla GSV-R

MotoGP 2011: Bautista correrà all'Estoril

Dopo appena 42 giorni dalla frattura di una gamba, Alvaro Bautista tornerà a correre con la sua Suzuki Rizla. L’occasione è per il prossimo week-end al Gran Premio de Portugal, più precisamente all’Estoril. Alvaro cadde durante le prove libere al GP del Qatar, dove si fratturò il femore sinistro.
Il pilota spagnolo ovviamente è sotto fisioterapia intensiva da qualche giorno, e se non sarà in grado di correre per questo fine settimana, Suzuki sfrutterà l’esperienza di Nobuatsu Aoki, ora in stand-by.
Bautista scenderà in pista per la prima volta nella mattinata della giornata di venerdì, per le due sessioni di prove libere, per poi riprovarci nella giornata di sabato. Nella mattina affronterà le prove libere, seguite da una sessione di qualifiche nel pomeriggio, dove cercherà di qualificarsi nella migliore posizione possibile.

Álvaro Bautista: "Ho lavorato molto duramente per tornare in tempo per l’Estoril, e credo che sarò in grado di prendere parte alla gara. So che sarà difficile, ma penso che guidando la moto mi sarà di aiuto per la guarigione totale e per aiutare il mio corpo a entrare in allenamento. Ho viaggiato per più di 4,5 km e più volte, per utilizzare la camera iperbarica a Madrid in modo da accelerare la mia guarigione. Ora ho terminato la fase di riabilitazione e ho iniziato la preparazione fisica, il che comporta un sacco di nuoto, ciclismo e altri programmi di fitness per riavere la forza in modo da poter guidare di nuovo. Sarà molto dura, ma sono totalmente concentrato per essere sulla GSV-R in Portogallo. E’ tutto quello che posso pensare in questo momento ed è il mio primo obiettivo. Successivamente vedremo cosa succederà, voglio fare un passo alla volta".

Una piccola ma importante novità per la Suzuki Rizla, sarà la comparsa di un logo ("Change Challange") già utilizzato da Suzuki per promuovere le moto della Casa di Hamamatsu nei mercati asiatici.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , motogp , gare , piloti


Top