Attualità e Mercato

pubblicato il 25 aprile 2011

Cassazione in difesa dell'etilometro

Incidente con feriti? L'alcoltest è legittimo

Cassazione in difesa dell'etilometro

Con sentenza numero 13745 del 07 aprile 2011, la Cassazione Penale (Sezione quarta) mette in chiaro alcuni aspetti di una delle norme più complesse della circolazione stradale: l’articolo 186, comma 5, del Codice della Strada, che riguarda gli incidenti stradali con guidatori sottoposti alle cure mediche.

L’accertamento del tasso alcolemico viene effettuato, su richiesta degli organi di Polizia Stradale, da parte delle strutture sanitarie di base o di quelle accreditate. Queste rilasciano alla Polstrada la relativa certificazione, estesa alla prognosi delle lesioni accertate (assicurando il rispetto della riservatezza dei dati). Il tutto deve essere tempestivamente trasmesso, a cura della Polstrada che ha proceduto agli accertamenti, al Prefetto del luogo della commessa violazione, per gli eventuali provvedimenti di competenza. Ora la Cassazione stabilisce che l’esame del sangue in ospedale è una modalità aggiuntiva, una facoltà attribuita alla Polstrada: non un obbligo. L’accertamento effettuato con l’alcoltest è legittimo e ha pieno valore probatorio.

Triplice sconfitta per un guidatore ubriaco, che aveva contestato il modus operandi della Polstrada: prima la sentenza del Tribunale di Piacenza, poi la corte d’Appello di Bologna e ora la Cassazione. Ovviamente, come ricorda la Cassazione, si deve sempre "assicurare la salute del guidatore rimasto coinvolto nell’incidente allorché il medesimo abbia riportato ferite".

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , alcol


Top