Accessori

pubblicato il 21 aprile 2011

Accossato: comando gas rapido

Dedicato ai "pistaioli" che pretendono controllo... e non solo

Accossato: comando gas rapido
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Accossato - Comando gas rapido - anteprima 1
  • Accossato - Comando gas rapido - anteprima 2
  • Accossato - Comando gas rapido - anteprima 3
  • Accossato - Comando gas rapido - anteprima 4
  • Accossato - Comando gas rapido - anteprima 5
  • Accossato - Comando gas rapido - anteprima 6

Il comando del gas è il modo più immediato e diretto che ogni pilota ha di controllare e gestire la potenza della propria moto, e molte volte è da questi che si stabilisce il feeling in uscita di curva con la moto. Accossato ha sviluppato nel suo centro R&D un comando del gas "rapido", frutto delle esperienze nei trofei sportivi, nella Superstock, e addirittura nella Superbike, categoria quest’ultima, dove l’Azienda d’accessori è da sempre presente.
Per questo 2011 i team che adottano questo comando infatti, sono: il Team Ten Kate Honda con i piloti Rea e Xaus nel mondiale Superbike, Foret, e Marino nel Mondiale SuperSport, Verdini nel Mondiale SuperStock 1000 FIM Cup e Michael Van der Mark nell’Europeo SuperStock 600. Il Team BMW Italia con i piloti Badovini e Toseland nel mondiale Superbike e con Zanetti e Barrier nel Mondiale Superstock. Ci sono poi i più "piccoli", come il Team Kuja Racing con Pirotta nel Mondiale Supersport, il Team Triumph Suriano con i piloti Quarmby e Dell’Omo nel Mondiale Supersport, il Team Kawasaki GO Eleven con Nico Vivarelli e Niccolò Canepa nel Campionato Superstock 1000 FIM Cup e Christian Gamarino nell’Europeo Superstock 600 e il Team Motorsport 69 con il pilota Kev Coghlan nel mondiale Moto 2.

E’ realizzato in lega di alluminio, interamente ricavato dal pieno con tornio a controllo numerico (CNC). Il kit si compone da due gusci esterni e tre ruote di diverso diametro, il tubo centrale (realizzato in plastica, probabilmente il miglior materiale nel rapporto prestazioni/peso), manopole di tipo racing e viti che possono essere in acciaio o in titanio sulla base delle diverse richieste.
Il comando, naturalmente di tipo rapido (o radiale), ha la manopola che agisce su una delle ruote poste lateralmente ad essa, ruota che avvolge il cavo del gas, e tanto maggiore sarà il diametro tanto più rapido sarà il comando del gas. - Avere a disposizione tre ruote con diametri diversi rende possibile l’adattamento ad ogni moto ed a ogni stile di guida. La più piccola fra le tre è simile nelle dimensioni a quella prevista nei comandi originali. La ruota di dimensioni medie assicura un comando semi-rapido, ideale per la guida sportiva su strada, mentre quella di diametro superiore garantisce un comando super-rapido ed è consigliata solo per le competizioni - .

NEI PARTICOLARI
I cavi sono realizzati con materiali incredibilmente resistenti e flessibili tali da consentire affidabilità assoluta e lunga durata.
Sia con le viti in acciaio che con le viti in titanio, il comando del gas ha i gusci realizzati in Ergal 7075 T6 ricavato dal pieno con tornio a controllo numerico (CNC), il tubo del comando in PVC, le ruote in dotazione con diametri da 37, 40 e 43 mm (disponibile a richiesta quella da 47 mm), e il colore anodizzato nero. La differenza tra le viti fa la differenza di peso. Con le viti in acciaio il peso del comando è di 160 grammi, mentre con quelle in titanio (di grado 6) è di 155 grammi.
Il prezzo del primo è di 133,20 euro, mentre il secondo viene 169,85 euro.

Autore: Redazione

Tag: Accessori , tuning , accessori , pista , parti speciali


Top