Sport

pubblicato il 21 aprile 2011

MotoGP 2012, Yamaha: avanti con quattro moto

La nuova 1.000 cc debutterà nei test al Mugello

MotoGP 2012, Yamaha: avanti con quattro moto

L'anno prossimo la MotoGP vivrà il suo ritorno ai motori da 1.000cc di cilindrata, una scelta dettata non solo dalla ricerca di uno spettacolo maggiore, ma anche dalla voglia della Dorna e della FIM di arricchire la griglia di partenza della classe regina. Per ora però ad aver recepito il messaggio sembrano essere solo le piccole squadre, come la Marc VDS o la Norton, attirate soprattutto dalla possibilità di montare dei motori derivati dalla serie sulle proprie moto. Le Case impegnate ufficialmente invece per ora non semprano interessate ad incrementare i loro sforzi.

Un'ennesima riprova arriva dalle dichiarazioni fatte dall'ex grande capo della Yamaha, Masao Furusawa, che ha spiegato che ad Iwata l'intenzione è di andare avanti anche nel 2012 con la squadra ufficiale e con il team Tech 3, senza aumentare il numero di moto in pista: "Due moto non sono abbastanza per portare avanti uno sviluppo adeguato, ma penso che sei siano troppe. Quattro è il numero perfetto per me" ha detto a MotorCycleNews.

Kouichi Tsuji, capo progetto della nuova 1.000 ha invece confermato che il debutto in pista avverrà nei test collettivi del Mugello, ma che lo sviluppo nel frattempo sta andando avanti: "Abbiamo già iniziato lo sviluppo e sono lieto di poter dire che siamo in linea con le tabelle di marcia. Cominceremo i test al Mugello, subito dopo il Gp. Ovviamente il nuovo motore avrà più potenza, quindi abbiamo bisogno di capire quali sono le sue esigenze nei riguardi del telaio: il test del Mugello sarà fondamentale per questo".

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti


Top