Sport

pubblicato il 18 aprile 2011

Sardegna Rally Race 2011: il ritorno di Peterhansel!

Il Campione prenderà parte alla gara. Ci sarà anche Andrea Mayer

Sardegna Rally Race 2011: il ritorno di Peterhansel!

Per gli appassionati di rally e di enduro, insomma tutti coloro che adorano il terreno e che guardano il bitume dall’alto in basso, è forse la più bella notizia che possa rallegrare il primo giorno della settimana lavorativa. Una di quelle notizie che o ti fanno venire il sorriso, appunto, o che ti fanno cadere la mandibola. Stephane Peterhansel tornerà a cavalcare una moto!
L’occasione sarà il prossimo Sardegna Rally Race, una delle gare più belle in Italia, dove saranno presenti campioni del calibro di Marc Coma e Cyril Despres, ma anche i nostri migliori italiani: Andrea Mancini e Matteo Graziani.

CHI E’ PETERHANSEL?
Descrivere Peterhansel in poche righe è come definire con un solo aggettivo un Barolo d’annata una volta assaporato. Parliamo del massimo esponente della storia dei rally, uno dei più forti piloti mai esistiti. La sua storia inizia nel 1988, quando il pilota francese prende parte per la prima volta alla Dakar, concludendo in 18° posizione. Tre anni dopo, il francese di Echenoz-la-Méline vince la sua prima Dakar, in sella ad una Yamaha YZE750T. E’ da qui che inizierà la prima delle tante vittorie per Stephane. Vince anche negli anni ’92, ’93, sempre con Yamaha, ma con una YZE850T, interrotto da un altro mito, Edi Orioli su Cagiva Elefant 900 nel ’94, per tornare a vincere nel ’95 (nel’96 vince Orioli anch’egli su Yamaha), nel ’97 e nel ’98, sempre su Yamaha YZE850T. All’epoca si confrontò con avversari del calibro di Jordi Arcarons, il già citato Orioli, Thierry Magnaldi, Cyril Neveu, Gaston Rahier, Alessandro "Ciro" De Petri, e tutti gli altri "africani" che hanno fatto la storia della Dakar e non solo.

Dopo questo record assoluto di vittorie con le moto, "aggiunse" due ruote nel 1999, per partecipare per la prima volta alla Dakar in auto, con una Nissan e andando a conquistare un fantastico settimo posto. E’ solo il prologo di una "seconda fase" della sua carriera da pilota, perché nel 2004, 2005 e 2007 vince su Mitsubishi Ufficiale.
Stiamo parlando solo di Dakar (totale di nove vittorie), e non abbiamo ancora calcolato due Titoli Mondiali di Enduro (1997, categoria 250 2T e 2001, categoria 250 4T), una Sei Giorni di Enduro (1998 con la nazionale francese), l’UAE Desert Challange (1996 e 2002), una 24 Hours of Chamonix (1998) e molto altro ancora.
Dopo l’esperienza Mitsubishi (ritiratasi dalle competizioni), il francese passa alla BMW Auto, dopo aver rifiutato offerte da capogiro. Poi è la volta della seconda prova de Mondiale Cross Country Rally quest’anno, ad Abu Dhabi, dove Peterhansel porta alla prima vittoria la nuova Mini All4 Racing. Alla fine della gara, Stephane confida al suo manager di volersi concedere una… "vacanza". E quale miglior occasione del Sardegna Rally Race?

Ma oltre a Peterhansel, coincide un altro ritorno molto importante. E’ Andrea Mayer, memorabile regina delle sabbie africane, nonché compagna di Stephane.
Storia, mixata alle nuove generazioni di piloti, questo sarà il Sardegna Rally Race 2011, che rappresenterà l’evento nell’evento.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , curiosità , personaggi , gare , fuoristrada , donne motocicliste , piloti , personaggi famosi


Top