Sport

pubblicato il 18 aprile 2011

WSBK, Assen, Gara2: Checa beffa Biaggi

Il ducatista che prende il largo in classifica (+43 su Biaggi)

WSBK, Assen, Gara2: Checa beffa Biaggi

Ancora lui, Carlos Checa! Dopo aver lasciato la scena a Marco Melandri e Jonathan Rea nelle ultime due manche, in gara 2 ad Assen il leader del Mondiale Superbike è tornato perentoriamente sul gradino più alto del podio, centrando il quarto successo in sei gare. Lo spagnolo questa volta ha azzardato, montando una gomma morbida al posteriore della sua Ducati 1198 del Team Althea e la scelta ha pagato, consentendogli di prendere subito la testa della corsa e di andare in fuga in coppia con Max Biaggi.

I due veterani della SBK hanno sfoderato un passo veramente insostenibile per tutto il resto del gruppo e si sono giocati la vittoria fino all'ultimo metro di gara. Il campione del mondo in carica era riuscito a portare la sua Aprilia RSV4 al comando all'inizio del terz'ultimo giro, ma alla fine ha prevalso la grinta del suo avversario, che al penultimo giro lo ha superato con una manovra fantastica all'ultima chicane. In quel frangente "Il Corsaro" è parso un pò spiazzato dall'attacco del ducatista, che quindi ne ha approfittato per costruirsi un leggero margine, che poi ha gestito magistralmente in un ultimo giro spinto veramente ad un ritmo infernale.
Dopo la vittoria di questa mattina, Jonathan Rea questa volta si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio. Solo nella parte centrale della corsa il portacolori della Honda Ten Kate ha dato la sensazione di poter riagganciare il tandem di testa in coppia con Marco Melandri, ma poi ha capito che oggi non c'era niente da fare e si è accontentato della terza piazza.

E' terminata con sei giri di anticipo invece la corsa del ravennate, finito ruote all'aria mentre provava a tenere la scia di Rea. Il quarto posto è andato quindi a Leon Camier, protagonista di una gara solitaria, che però gli è valsa punti importanti per la classifica.

Bellissima, infine, la volata finale per la quinta piazza, che ha visto coinvolte ben sei moto: a spuntarla alla fine è stata la BMW di Leon Haslam, che ha preceduto la Yamaha di Eugene Laverty e la Suzuki di Michel Fabrizio. Solo ottavo invece Noriyuki Haga, crollato nel finale dopo essere rimasto con i primi all'inizio. Dietro di lui le due Ducati della Liberty Racing, con uno Jakub Smrz ancora deludente rispetto alle aspettative che aveva creato in qualifica.

Nella classifica del campionato, dunque, diventa sempre più ampio il margine di Carlos Checa, che ha 43 lunghezze di vantaggio nei confronti di Max Biaggi. Scivola al terzo posto Marco Melandri, 4 punti più indietro rispetto al romano.

Autore: OmniCorse.it

Tag: Sport , superbike , piloti


Top