Sport

pubblicato il 15 aprile 2011

MotoGP 2011: Pedrosa contrario alle zavorre per piloti leggeri

Anche il pilota della Honda si oppone

MotoGP 2011: Pedrosa contrario alle zavorre per piloti leggeri

Nel weekend di Jerez della MotoGp si era parlato di una proposta che ha fatto discutere e che sicuramente continuerà a farlo. Visti gli evidentei problemi di peso di Marco Simoncelli, costretto ad utilizzare in gara mappe più conservative rispetto alla concorrenza, nell'ambito della Gran Prix Commission era stata ipotizzata la possibilità di istituire un peso minimo che tenga conto sia della moto che del pilota, con l'obiettivo di pareggiare un pò la situazione per tutti.

Inevitabilmente si sono subito creati due schieramenti opposti tra coloro che erano favorevoli e coloro che erano contrari. Come era facilmente ipotizzabile, Dani Pedrosa ovviamente non è d'accordo con questa idea, visto che con i suoi appena 51 kg ne paga la bellezza di 21 nei confronti di Simoncelli.

"Questa storia mi segue fin dall'inizio della carriera. Quando arrivai in 250 dicevano che non sarei stato in grado di guidare perchè sono troppo piccolo, poi quando ho iniziato a vincere hanno detto che il mio pesa mi dava un vantaggio" ha spiegato lo spagnolo.
"Ora dicono le stesse cose in MotoGp e mi sono veramente stancato di sentire questa storia perchè mi sembra che ci siano troppe persone che non vogliono vedermi vincere. E' incredibile. Da un lato può essere vero che in rettilineo posso avere dei vantaggi di accelerazione, ma forse si dimenticano che in curva ho meno grip e non riesco a frenare come vorrei perchè sono meno resistente al vento. Inoltre ho le braccia e le gambe corte, quindi non posso distribuire il peso come gli altri" ha aggiunto.
"In passato ho sognato di poter essere più alto di 10 cm. Questo mi avrebbe permesso di migliorare la mia posizione di guida. Con qualche centimetro in più potrei bilanciare il mio peso tra l'anteriore e il posteriore, cosa che invece ora non posso fare" ha concluso.

Dunque, il concetto espresso da "Camomillo" è chiaro: la sua paura è che questa nuova imposizione potrebbe dare un beneficio ai piloti più pesanti, dando ulteriori grattacapi a chi è più leggero come lui, che comunque ha già i suoi problemi...

Autore: Redazione

Tag: Sport


Top