Sport

pubblicato il 14 aprile 2011

MotoGP, Jorge Lorenzo: nuovo libro e... nuovo motore!

Dopo Jerez arriva un nuovo propulsore Yamaha

MotoGP, Jorge Lorenzo: nuovo libro e... nuovo motore!

Un titolo, un programma? "Jorge Lorenzo, il nuovo re della MotoGp", è questo il nuovo libro che il campione del mondo in carica ha presentato oggi a Barcellona, insieme al giornalista Ernesto Riveras. Un volume arricchito dalla presenza di ben 400 scatti fotografici di Mirco Lazzari, commentati dal pilota della Yamaha con la collaborazione di Matthew Roberts, conduttore della BBC. "Credo che ai miei fans faccia piacere scoprire nuove cose sul mio conto e questo libro offre loro molte immagini di ciò che ancora non hanno avuto modo di vedere coi loro occhi" ha sottolineato Jorge, che non ha escluso la possibilità di altro materiale biografico in futuro: "Vedremo cosa succederà e se ci saranno nuove cose da raccontare, ma vista la lunga strada che ancora abbiamo davanti, sicuramente avremo materiale interessante".

La conferenza stampa è stata anche una buona occasione per rispondere alle domande dei suoi tifosi. Inevitabili quelle sul rapporto con Valentino Rossi: "Valentino è stato un rivale importante nella mia carriera in MotoGP, un difficile avversario, ma io rispetto tutti allo stesso modo, senza esaltare nessuno perchè uno qualunque dei piloti sulla griglia di partenza potrebbe batterti un giorno. A Valentino riservo la stessa importanza che riservo agli altri".

Il leader del mondiale ha detto la sua anche sull'incidente che ha avuto per protagonisti Stoner e Rossi a Jerez: "Quando sei in sella alla moto senti l'adrenalina salire al massimo. Per Stoner era un momento magico con la vittoria in Qatar, la pole di Jerez e la gara condotta in modo perfetto fino alla caduta causata da un altro pilota. Se poi quel pilota è Valentino, e la simpatia nei suoi confronti non è molta, come nel caso di Stoner, ti infastidisci ancora di più. Normalmente una cosa del genere non dovrebbe creare grossi problemi visto la natura casuale e sfortunata dell’accaduto. Nel caso di Valentino è stato un errore umano. Probabilmente vedendo una possibilità di sorpasso, qualcosa in lui si dev’essere acceso spingendolo ad osare più del dovuto e finendo con lo scivolare fuori pista".

Jorge ha anche dato qualche notizia di prima mano, annunciando l'arrivo di un nuovo motore nei test dopo Estoril: "È un motore nuovo, differente. Vedremo se darà risultati positivi o meno". Infine, ha parlato anche della nuova 1.000, che proverà per la prima dopo il Gp del Mugello: "Sarà una moto leggermente più grande, e spero mantenga le caratteristiche che da sempre sono tipiche di Yamaha: un'ottima frenata e un buon passo in curva. Speriamo ci sia qualche miglioria anche per quel che riguarda il motore e che abbia più potenza di quella che in genere hanno le moto di questa casa, anche se si sa, la moto perfetta non esiste".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , piloti , libri


Top