Sport

pubblicato il 13 aprile 2011

TT di Man 2011: i piloti in gara!

McGuinness avrà il numero 1, oltre 50 i "vecchi" che parteciperanno

TT di Man 2011: i piloti in gara!
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • TT di Man 2011: i piloti - anteprima 1
  • TT di Man 2011: i piloti - anteprima 2
  • TT di Man 2011: i piloti - anteprima 3
  • TT di Man 2011: i piloti - anteprima 4
  • TT di Man 2011: i piloti - anteprima 5
  • TT di Man 2011: i piloti - anteprima 6

Mancano solo 60 giorni alle prime qualifiche per il TT di Man 2011, e tutti i piloti presenti nel 2010 hanno confermato la loro presenza, oltre ai nuovi nomi arrivati.
Ancora una volta è tutto esaurito per quanto riguarda le iscrizioni, ormai chiuse, ed è definita la line up dei partecipanti. Possiamo notare come ci possano essere ben dodici potenziali vincitori per le cinque classi prestabilite. Tra l’altro ci sarà un’alta presenza di team con supporto ufficiale delle case, ed inoltre, 51 degli 80 iscritti hanno girato l’anno passato nella Mountain Course con una media di 120 mph. Insomma si prevede fuoco e fiamme per questa edizione del TT di Man!

MCGUINNESS, IL N.1!
Il quindici volte campione, John McGuinness, ha confermato che sarà il primo pilota a lasciare Glencrutchery Road, e che metterà sulla carena il numero 1, per tutte e cinque le gare a cui prenderà parte. John, gareggerà per il nuovo Honda TT Legends Team, nella Dainese Superbike, nella Royal London 360 Superstock e la PokerStars Senior, e le due gare della Supersport, sempre con la Honda, con la quale ha ottenuto più giri a 130 mph di media. Il pilota di Morecambe, che è stato costretto al ritiro da entrambe le gare Superbike lo scorso anno, cercherà di definire ulteriormente la sua posizione, solo dietro a Joey Dunlop (anch’egli sulla lista dei vincitori).

AMOUR E MARTIN
A seguito di John, la tabella numero 2 è assegnata a un’altra legenda del TT, il pilota Keith Amor. Lo scozzese, sarà con il Team KBMG Honda per la Supersport. Keith ha migliorato la sua reputazione alla Mountain Course lo anno scorso, quando fu arruolato per il team HM Plant Honda all'ultimo momento. Con un giro di 130 mph, come anche quattro podi, ha fatto il suo debutto nel 2007 (ora è 39enne!).
Ex Wilson Craig Racing e Hydrex Honda, Guy Martin (famoso anche per il suo debutto con l’airbag stradale Dainese) sarà a bordo della Relentless Suzuki, la moto nera della TAS Racing. Il pilota di Lincolnshire, che attualmente gode di alto profilo con una propria serie TV sulla BBC1, è sfuggito a delle gravi lesioni dopo un incidente ad alta velocità a Ballagarey lo scorso anno nella categoria Senior. Ora 29enne, Martin avrà il famoso numero 3 in tutte e cinque le gare. Guy cercherà la sua prima vittoria dopo la bellezza di nove podi.

HUTCHINSON CON HONDA
Parliamo ora di Ian Hutchinson, il primo pilota a vincere cinque gare in una sola settimana (nel 2010). Ian sarà nella competizione con una Yamaha factory, per lo Shaun Muir Racing Team. Il pilota di Bingley, è passato dalla Honda Padgettes a Yamaha, che quest’anno festeggerà i 50 anni di competizioni. 'Hutchy' ha trascorso l'inverno riprendendosi da una gamba rotta, e sarà in sella con il numero 4 in carena, numero che gli ha fatto godere del suo record di successi l’anno passato.

ANSTEY SU TAS SUZUKI
Con la dipartita di Hutchinson da Padgetts, il team di grande esperienza dello Yorkshire ha optato per il 7 volte vincitore TT, Bruce Anstey, che fa il passaggio alla Honda dopo sette anni di successi con la TAS Suzuki. Grazie a una sorprendente vittoria lo scorso anno all’Ulster Grand Prix, Bruce mostra di poter ancora correre con le migliori forze, e unendosi con Clive Padgett e la sua squadra, avrà un ottimo trampolino di lancio per vincere la categoria SBK sull’Isola. Anstey sarà presente a tutte le gare con il numero 5.

DONALD, AL VIA DOPO L’INFORTUNIO
Un altro pilota a passare alla Honda, è l’australiano Cameron Donald, che ha lasciato il Suzuki Relentless Team by TAS Racing. 33 anni, Donald ha vinto due volte nel 2008, ma l'anno scorso è stato un anno di transizione a causa delle lesioni alla spalla che ha subito durante le qualifiche per le gare del TT nel 2009, subito dopo esser diventato il primo pilota a girare a più di 131 miglia orarie. Terzo in gara Superbike dello scorso anno, Cameron sarà a bordo della veloce moto del Wilson Craig Racing Team e avrà il numero 6 in carena per la categoria Dainese Superbike, Royal London 360 Superstock e Pokerstars Senior.

KAWASAKI: OLTRE IL MASSIMO
Kawasaki ha probabilmente, la più forte line up di sempre al TT, soprattutto nelle classi Superbike con Ryan Farquhar (7), Adrian Archibald (8) Michael Dunlop (9) e Conor Cummins (10); tutti in sella alla nuova ZX-10R. Archibald sarà di nuovo a cavallo sotto la bandiera AMA Racing Team, ed è nell’unica posizione di guidare tre diverse marche di moto: BMW, Kawasaki e Yamaha.
Farquhar viene da una terza emozionante vittoria dello scorso anno nella categoria Superstock e cercherà di migliorare quest'anno sulla moto del KMR Kawasaki/Manx Gas Team. 35 anni è partecipa al TT dal 2002 e vanta al suo palmares di due vittorie e otto podi fino ad oggi.
Dunlop, che è uno dei soli cinque piloti ad aver girato a più di 130 miglia all'ora, è stato nuovamente una rivelazione nel 2010, e ha una grande possibilità di ottenere la vittoria in Superbike con la moto del team di Paul Bird's World Superbike. Dunlop continuerà a correre per la propria squadra sostenuta dal fedele sponsor Street Sweep, e sarà nuovamente sulla Yamaha per due gare della Supersport.
Cummins fa il suo ritorno dopo aver subito lesioni gravi l’anno scorso nella categoria Senior. Si ritirò con problemi alla frizione, mentre godeva di un vantaggio (era al comando della Superbike), quando a causa di un incidente ha subito lesioni gravi. Si tratta di un risultato importante per il popolare pilota di Manx, per essere in gara con il McAdoo Racing Team appena 12 mesi dopo il triste fatto.

Kawasaki, intanto, ha rafforzato ulteriormente la sua line up, con il sempreverde Ian Lougher (Blackhorse Kawasaki) che partirà con il numero 12, seguito dal pilota di Manx Dan Kneen (Marks Bloom Racing) che partirà con il numero 15. Kneen ci sarà anche per le gare in Supersport (N.6), mentre James Hillier (17), che continua a sfornare ottimi risultati, è di sicuro a caccia di una top ten per la sua Bournemouth Kawasaki.

JOHNSON SU DUCATI
Gary Johnson (East Coast Construction) è tornato alle moto Honda, e partirà dalla 11 ° posizione sulla griglia, mentre Michael Rutter (N.14) cambierà moto. Sarà infatti a bordo di una Ducati quest’anno, con il Team Rapid Solicitors/Batham, uno dei migliori team di questo TT 2011.

STEWART: IL PRIVATO DA BATTERE
Il privatissimo Dan Stewart, che ha colto il sesto posto per gli ultimi due anni nel Senior TT, sarà di nuovo in gara con il numero 13 per la categoria 1000cc, mentre William Dunlop, spera di fare passi avanti, specialmente nelle classi blasonate, ora che si è unito al team Wilson Craig Racing. Come Kneen, inizierà nei primi dieci per le due gare Supersport, dato i suoi recenti risultati di classe, e con il numero16 nelle classi Superbike e Superstock.

PILOTI NUOVI
Altri numeri importanti nella classe Superbike comprendono il ritorno di Mark Parrett (22), Steve Mercer (23), Ian Mackman (26), e il vincitore del Senior Manx GP, Simon Fulton (53). I nuovi arrivati sono Simon Andrews (34), James Storrar (42), Dan Hegarty (60), Daniel Frear (62) e Dean Harrison (64).
La sfida d'oltremare è probabilmente più forte che mai con il tedesco Rico Penzkofer (Penz13.Com BMW) e il portoghese Luis Carreira (CD Racing) a partire all'interno della top 20 con i numeri 18 e 19. L’asso americano Mark Miller poi, torna per il sesto anno consecutivo, raggiunto dal connazionale Jeremy Toye, il pilota di San Diego che debuttò per la prima volta al TT nel 2006. L’italiano Stefano Bonetti partirà con il numero 30 in carena, con lo spagnolo Antonio Maeso (N.37) e il pilota della Repubblica Ceca Michal Dokoupil (N.44), che andranno ad aggiungere un po’ di… sapore internazionale.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport


Top