Sport

pubblicato il 12 aprile 2011

Yamaha R Series Cup 2011

Il primo round di Misano va a Sanca e Biliotti

Yamaha R Series Cup 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Yamaha R Seies Cup - Paddock - Round 1 - Misano - anteprima 1
  • Yamaha R Seies Cup - Paddock - Round 1 - Misano - anteprima 2
  • Yamaha R Seies Cup - Paddock - Round 1 - Misano - anteprima 3
  • Yamaha R Seies Cup - Paddock - Round 1 - Misano - anteprima 4
  • Yamaha R Seies Cup - Paddock - Round 1 - Misano - anteprima 5
  • Yamaha R Seies Cup - Paddock - Round 1 - Misano - anteprima 6

Giornate di sole e gare. Così si può riassumere lo scorso week-end al circuito di Misano Adriatico, dove si è aperta la Yamaha R Series Cup 2011.
Emozioni e tanta adrenalina, in una giornata, quella di domenica, dove il bresciano Daniel Sanca (Perego), trionfatore nella R1 Akrapovic Cup, e il velocissimo Leonardo Leuthe Biliotti (Bottega della Moto) che si è imposto nella R6 Metzeler Cup, hanno messo il primo sigillo per questo 2011.
Giovani talenti e potenziali futuri campioni, ma anche piloti non più giovanissimi ma sempre competitivi, questo in sostanza il monomarca della Casa dei Tre Diapason, che si è svolto durante il calendario del CIV, il massima per quanto concerne la velocità a due ruote del Bel Paese. Numerosi i piloti per questa primo round, ben 75 piloti per le due classi, divisi in tre start.

R6 METZELER CUP: BILIOTTI IS BACK
Leonardo Leuthe Biliotti è tornato. Il giovane pilota aretino è ritornato alle gare (ha visto uno stop di due anni, causa grave infortunio subito a Monza durante una gara della Stock 1000), e lo ha fatto vincendo nitidamente Gara A della prima prova 2011 della R6 Metzeler Cup.
Leonardo, figlio d’arte del padre Fabio (pilota nel Motomondiale negli anni 80 e nell’Europeo 500), a Misano Adriatico ha fatto tris: pole, giro veloce e soprattutto gara. Biliotti ha "bloccato" il bresciano Gianpietro Avanzi (Leoni), secondo a fine giornata e leader solo nei primi quattro giri. Quasi a metà distanza (al quinto dei dodici giri in programma), infatti, Biliotti, dopo aver studiato per alcune curve la tenuta delle gomme, è andato all’attacco prendendosi la prima posizione con un sorpasso calibrato; da lì in poi non ha più avuto problemi chiudendo con più di 4" di vantaggio. Interessante anche il duello per il terzo e quarto posto che ha visto coinvolti Andrea Agnelli, Gennaro Romano, Andrea Paoloni e Daniele Tocca. A spuntarla alla fine è stato il bergamasco Agnelli, lo scorso anno per diverse gare sempre vicino al podio.

Da quest’anno R6 Metzeler Cup assegna punti a tutti i 32 piloti in griglia di Gara A ed ai primi 8 di Gara B.
Anche la seconda prova non ha deluso le aspettative. Per tutti i dodici giri infatti, il gruppo dei primi è rimasto compatto, dimostrazione di un livello alla pari dei partecipanti. Alessandro Celestini (Motorshow) prima, poi Giuseppe Cannizzaro (Moto Olimpia) ed infine Marco Di Simone (vincitore a fine gara) si sono alternati in prima posizione. A metà gara, ben cinque piloti erano ancora in lotta per il podio, tutti protagonisti di sorpassi e controsorpassi da brividi. E’ stato però al settimo passaggio che Di Simone è riuscito a scavalcare Cannizzaro, e da lì in poi ha domato gli avversari chiudendo davanti a Celestini, secondo, con solo mezzo secondo di vantaggio. Lorenzo Cintio ha terminato in terza posizione, facendo segnalare anche il giro più veloce di gara. Da segnalare anche l’ottimo quinto posto di Alessandro Galliani (Motoshop), secondo nella Yamaha R125 Cup cat. Open nel 2010 ed oggi alla prima gara in assoluto tra i "grandi", non facendosi per nulla intimorire dagli avversari. E’ probabile che nei prossimi appuntamenti potrà addirittura aspirare ad entrare in Gara A.

Leonardo Leuthe Biliotti: "Era la mia prima gara dopo due anni di inattività. Con soli 3 mesi di allenamento non mi aspettavo di andare cosi veloce, ma evidentemente il polso non l’ho perso. Non poteva andare meglio e ammetto che mi sono divertito molto in questa gara davvero molto combattuta. Il prossimo round sarà a Monza, dove mi sono si fatto male, ma rimango dell’idea sia una delle mie piste preferite".

RISULTATI GARA A
1. Biliotti in 20’42"122;
2. Avanzi a 4"230;
3. Agnelli a 7"690;
4. Romano a 8"534;
5. Paoloni a 8"597.

RISULTATI GARA B
1. Di Simone in 21’14"907;
2. Celestini a 0"407;
3. Cintio a 0"507;
4. Bolognesi a 1"541;
5. Galliani a 3"435.

R1 AKRAPOVIC CUP: TUTTO PER SANCA
Già da venerdì (libere) si era capito che poteva essere il week-end buono di Daniel Sanca.
Il pilota della provincia di Brescia (Gavardo), dopo la pole del sabato ha impiegato solo due curve per mettere dietro tutti gli avversari e fuggire via. Dopo due anni di R1 Cup vissuti tra numerosi piazzamenti e dei podi, al terzo anno è riuscito a entrare tra i protagonisti assoluti del monomarca Yamaha. Ugo Laudati, lo scorso anno secondo solo al campione stagionale Prattichizzo, è partito con qualche difficoltà, e dopo aver tallonato il bresciano per oltre metà gara, si è arreso e ha mantenuto la seconda piazza. Lotta in famiglia Brunelli (Leoni) per il terzo posto, andato alla fine al fratello più giovane Daniel (30 anni), a causa di un problema tecnico accaduto alla R1 di Massimiliano (33 anni) che ha dovuto dire addio alla gara a soli tre giri dalla bandiera a scacchi.

Daniel Sanca: "È stato tutto perfetto sin da venerdì e per questo vorrei ringraziare l’intera squadra. Peccato solo di aver perso la scommessa con il mio Team Manager che mi aveva promesso una settimana al Pepe Nero se fossi riuscito a scendere sotto l’1’41", però non ce l’ho fatta, ma ci riproverò sicuramente alla terza tappa… A parte gli scherzi mi sono divertito davvero tanto e sono felicissimo del primo posto e del lavoro fatto con il team".

RISULTATI
1. Sanca in 20’35"790;
2. Laudati a 3"628;
3. Brunelli Daniel a 9"257;
4. Tocca a 12"528;
5. Campedelli a 12"708.

CLASSIFICA GENERALE R1
1. Sanca 26;
2. Laudati 21;
3. Brunelli Daniel 17;
4. Tocca 14;
5. Campedelli 12.

CLASSIFICA GENERALE R6
1. Biliotti 101;
2. Avanzi 81;
3. Agnelli 69;
4. Romano 59;
5. Paoloni 51.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI
Round 2 - 1 maggio 2011 – Monza
Round 3 - 26 giugno 2011 - Misano Adriatico
Round 4 - 24 luglio 2011 – Mugello
Round 5 - 11 settembre 2011 – Vallelunga
Round 6 - 23 ottobre 2011 - Mugello

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • R6 Metzeler Cup Gara B - Round 1 - Misano - anteprima 1
  • R6 Metzeler Cup Gara B - Round 1 - Misano - anteprima 2
  • R6 Metzeler Cup Gara B - Round 1 - Misano - anteprima 3
  • R6 Metzeler Cup Gara B - Round 1 - Misano - anteprima 4
  • R6 Metzeler Cup Gara B - Round 1 - Misano - anteprima 5
  • R6 Metzeler Cup Gara B - Round 1 - Misano - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • R6 Metzeler Cup Gara A - Round 1 - Misano - anteprima 1
  • R6 Metzeler Cup Gara A - Round 1 - Misano - anteprima 2
  • R6 Metzeler Cup Gara A - Round 1 - Misano - anteprima 3
  • R6 Metzeler Cup Gara A - Round 1 - Misano - anteprima 4
  • R6 Metzeler Cup Gara A - Round 1 - Misano - anteprima 5
  • R6 Metzeler Cup Gara A - Round 1 - Misano - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • R1 Akrapovic Cup Round 1 - Misano - anteprima 1
  • R1 Akrapovic Cup Round 1 - Misano - anteprima 2
  • R1 Akrapovic Cup Round 1 - Misano - anteprima 3
  • R1 Akrapovic Cup Round 1 - Misano - anteprima 4
  • R1 Akrapovic Cup Round 1 - Misano - anteprima 5
  • R1 Akrapovic Cup Round 1 - Misano - anteprima 6

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , 1000 , quadricilindriche , 600 , monomarca , gare


Top