Sport

pubblicato il 4 aprile 2011

MotoGP, Jerez: le scuse di Valentino Rossi

Stoner: "Valentino poteva scusarsi in privato"

MotoGP, Jerez: le scuse di Valentino Rossi

La vittoria è andata a Jorge Lorenzo ma, chissà perchè, è di Casey Stoner e Valentino Rossi visto che, il loro episodio, ha sicuramente calamitato l'attenzione del weekend di gara. Il ducatista è infatti scivolato nel tentativo di attaccare l'australiano: l'italiano è finito a terra e a quel punto il pilota della Honda non ha potuto fare nulla per evitarlo, cadendo a sua volta.

Rossi è stato poi aiutato dai commissari di percorso, mentre la RC212V di Stoner si è spenta, costringendo il poleman ad alzare bandiera bianca. Anche questa è stata una situazione che non è andata giù all'ex campione del mondo, visto che tutti i commissari presenti sulla scena dell'incidente sono andati ad aiutare Valentino, lasciando spegnere la sua Honda.

"Siamo partiti bene, senza spingere troppo perchè sapevamo che le gomme non erano proprio le più adatte. Rossi è sopraggiunto dall’interno della curva e non è stato capace di rimanere in sella alla sua moto, trascinandomi a terra con lui" ha detto Stoner appena giunto ai box. "Dopo i grandi risultati visti durante tutto il weekend, questa non è stata certo la conclusione che speravamo. Questo finale non ci da il giusto merito: è stata una gara lunga e con parecchie cadute, e proprio per questo stavamo facendo bene e con la calma necessaria".

Subito dopo la bandiera a scacchi, Rossi si è poi precipitato nei box della HRC per scusarsi con il rivale, che non ha gradito che la cosa sia avvenuta davanti alle telecamere: "Avrei preferito ricevere le scuse di Valentino personalmente in privato e non pubblicamente davanti alle telecamere. Non so se Valentino l’ha fatto con sincerità. Penso l'abbia fatto solo per dimostrare a tutti che si era scusato per l'accaduto. Certo, è un bel gesto, ma non cambia quanto successo oggi e soprattutto il risultato finale. Ora aspettiamo di vedere cosa succederà nelle prossime gare".

Il ducatista invece giura sulla bontà delle sue scuse: "È stata una gara diversa dal solito. Le condizioni erano pessime e abbiamo corso tutti al limite. Sono partito subito veloce sull’asfalto bagnato, all’inizio della gara, ma ho commesso un errore in frenata e sono caduto. Sfortunatamente ho coinvolto anche Stoner. Mi sono immediatamente scusato con lui. Con la gara di oggi avremmo potuto fare grossi risultati, magari arrivando sul podio, ma il risultato finale non è stato comunque male".

MotoGP 2011, Jerez: le scuse di Valentino Rossi

MotoGP 2011, Jerez: le scuse di Valentino Rossi

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti , incidenti


Top