Sport

pubblicato il 2 aprile 2011

Moto2, Jerez: seconda pole consecutiva per Bradl

Il tedesco ha la meglio su Takahashi e Luthi, lontani gli italiani

Moto2, Jerez: seconda pole consecutiva per Bradl

Non è bastata una scivolata per frenare la foga agonistica che scorre nelle vene di Stefan Bradl in questo periodo. Il leader del mondiale Moto2 è andato infatti a prendersi la pole position anche per il Gp di Spagna, a Jerez de la Frontera.

Il pilota della Kalex è stato davanti a tutti praticamente per tutta la durata della sessione di prove ufficiali, riuscendo però nel finale a limare ulteriormente la sua prestazione, fino ad arrivare ad un tempo molto interessante di 1'42"706. Ad onor del vero, però, va detto che lo scivolone di Bradl è arrivato dopo che il tedesco era riuscito a realizzare il suo miglior tempo.

Accanto a lui in prima fila ci sarà il giapponese Yuki Takahashi, risalito proprio nel finale con la Moriwaki del Team Gresini, scavalcando l'elvetico Thomas Luthi. Solo quarto il campione del mondo della 125 Gp, Marc Marquez, protagonista di una caduta ad una decina di minuti dal termine, che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca anzitempo a causa dei danni riportati dalla sua Suter.

Fa piacere poi vedere finalmente Bradley Smith nelle posizioni di vertice, con il quinto tempo davanti ad Alex De Angelis. Niente male la prestazione del sammarinese, che comunque paga sette decimi a Bradl, visto che non ha mai nascosto di non amare particolarmente il tracciato andaluso.

Poteva fare qualcosina in più invece Michele Pirro, rimasto nella top five fino alle battute finali, ma incapace di abbassare il suo tempo quando hanno iniziato a farlo tutti gli altri protagonisti delle prime file. Becca un secondo, infine, Andrea Iannone, che domani prenderà il via dalla quarta fila, in undicesima piazza.

Moto2 - Jerez - Qualifiche

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , piloti , moto2


Top