Novità

pubblicato il 1 aprile 2011

Scramblster 2011: pronta la tutto terreno Ducati

Vi è piaciuto il nostro Pesce d'Aprile?

Scramblster 2011: pronta la tutto terreno Ducati
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Ducati Scramblster 2011 - anteprima 1
  • Ducati Scramblster 2011 - anteprima 2
  • Ducati Scramblster 2011 - anteprima 3
  • Ducati Scramblster 2011 - anteprima 4
  • Ducati Scramblster 2011 - anteprima 5
  • Ducati Scramblster 2011 - anteprima 6

Il mercato motociclistico attuale mostra di guardare con sempre più attenzione al segmento delle moto vintage, e tra esse ce n’è almeno una che ha subito destato scalpore e fatto registrare buoni numeri di vendita, la Triumph Scrambler.
La prima azienda italiana a rispondere subito all’offensiva britannica è stata la Moto Guzzi, che presto (presumibilmente all’Eicma 2010) lancerà la V7 Scrambler, realizzata sulla base tecnica della V7.

E DUCATI?
La Ducati, ovviamente, non poteva restare alla finestra e infatti ecco qui pronta la prima immagine della Scramblster 796, versione Trail della famosissima nuda bolognese.
A pensarci bene, infatti, già allo scorso WDW 2010 era stato organizzato un raduno espressamente dedicato ai possessori della mitica Ducati Scrambler degli anni settanta. Durante il WDW, infatti, Ducati intervistò approfonditamente i possessori delle storiche monocilindriche Desmo per capire come sarebbe dovuta essere l’erede della Scrambler.
Dai questionari compilati è emerso che una Ducati Scrambler del terzo millennio sarebbe dovuta essere essenziale come si compete a una moto di Borgo Panigale, e soprattutto raffreddata ad aria.

PRONTA PER IL 150° DELL’UNITA’ D’ITALIA
Ecco quindi che la scelta perfetta per realizzare la nuova Scramblster era partire dalla Monster 796, alla quale sono state cambiate le sospensioni con altre a corsa leggermente allungata e montati cerchi a raggi di chiara ispirazione fuoristradistica. Oltre a ciò, un gradito ritorno, quello del faro tondo che ha sempre caratterizzato il Monster, anche se in questo caso è decisamente più piccolo di quello cui la Ducati ci ha abituato in passato.
La livrea non poteva che essere quella Tricolore denominata IOM78 che, celebrando la vittoria di Mike Hailwood all’Isola di Man, è perfetta per festeggiare anche il 150° dell’Unità d’Italia.
Sì, perché la notizia interessante è proprio questa: in Ducati starebbero lavorando a ritmi serratissimi per portare questa moto in produzione entro l’estate del 2011.
Noi non vediamo l’ora di provarla!

AGGIORNAMENTO DEL 02/04/2011
Abbiamo scherzato e, insieme a voi, anche sognato un po'. Il nostro Pesce d'Aprile di quest'anno ha volutamente ereditato soluzioni tecniche ed estetiche già adottate da altre moto ben note nel segmento - come puntualmente segnalato da alcuni lettori; nonostante questo però, ci abbiamo provato e pare che l'idea (nome "fatasioso" a parte) non sia dispiaciuta ad alcuni.
Continuate a dire la vostra: l'opinione di chi ama le due ruote continua ad avere un valore inestimabile sia per noi, ma anche per chi le moto le crea...

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Novità , bicilindriche , enduro , curiosità , anticipazioni , vintage


Top