Sport

pubblicato il 31 marzo 2011

MotoGP, Honda: Pedrosa verrà operato dopo Jerez

La compressione dell'arteria succlavia rende necessario l'intervento

MotoGP, Honda: Pedrosa verrà operato dopo Jerez

Dopo l'anticipazione del dottor Mir di ieri, oggi Dani Pedrosa ha confermato di aver deciso di tornare in sala operatoria per risolvere definitivamente i problemi al braccio sinistro. Gli ultimi accertamenti a cui è stato sottoposto hanno evidenziato che è una compressione intermittente dell'arteria succlavia a provocargli la perdita di forza e l'intorpidimento al braccio sinistro, problema che in Qatar lo hanno costretto a rallentare ed arrendersi a cedere il secondo posto a Jorge Lorenzo.

L'obiettivo di questo nuovo intervento, dopo il quale "Camomillo" avrà quasi un mese di tempo a disposizione per recuperare in vista del GP del Portogallo, è quello di rimuovere la placca in titanio e le viti che gli erano state inserite in ottobre, per curare la frattura alla clavicola rimediata nella caduta di Motegi. Sarebbero queste, infatti, a causare la compressione dell'arteria.

"Non è mai bello doversi sottoporre ad un intervento chirurgico, ma abbiamo speso tantissimo tempo a cercare di capire a cosa fosse dovuto questo problema e, ora che ne abbiamo individuato la causa, mi sento quasi rilassato" ha commentato Pedrosa. Per questo weekend Dani però vuole provare a concentrarsi solo sulla prima tappa spagnola del Mondiale: "Ora sono in pista a Jerez e voglio concentrarmi solo sulla gara, lavorando con la mia squadra per preparare al meglio il Gran Premio. Questa per me è una gara speciale e qui ho sempre fatto buoni risultati. L'obiettivo è di cercare di fare il massimo relativamente alle mie condizioni".

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , motogp , piloti , incidenti


Top