Attualità e Mercato

pubblicato il 30 marzo 2011

Il prezzo degli pneumatici raddoppierà entro il 2012

Potrebbe accadere a causa delle materie prime più care

Il prezzo degli pneumatici raddoppierà entro il 2012

Le prime avvisaglie sono già note da mesi, ma la situazione più grave di quanto anticipato in precedenza. Gli pneumatici potrebbero costare quasi il doppio entro il 2012.

Colpa della scarsità delle materie prime (le piogge che hanno rovinato le piantagioni di caucciù hanno fatto lievitare i listini) e della crescente domanda in Cina, dicono i produttori. E secondo una fonte di OmniAuto.it e OmniMoto.it il rincaro sarà così elevato perché i Paesi asiatici (Cina, Giappone, Korea...) avrebbero già acquistato tutte le scorte di materie prime fino al 2012. Un colpo di mano che sicuramente influenzerà i costruttori di automobili e moto nella scelta di pneumatici di primo equipaggiamento per i loro modelli.

UN AUMENTO ANNUNCIATO
Sono mesi che gli pneumatici si pagano sempre di più, come le materie prime da cui derivano. "Si pensi che tra gennaio 2009 e febbraio 2011 il prezzo della gomma naturale è quadruplicato, raggiungendo un livello record di più di 5,60 dollari americani al chilo", si legge nella nota Continental, in cui si parla di un +10% per gli pneumatici dei veicoli commerciali, che tuttavia Continental sottolinea "non si possono paragonare al costo degli pneumatici per auto perché in un pneumatico medio per autocarri viene impiegato un quantitativo di gomma naturale 15 volte superiore rispetto a un normale pneumatico per autovetture". Bridgestone ha invece annunciato che la sua divisione europea aumenterà i prezzi a partire dal primo aprile e che il rincaro, mediamente del 7%, verrà gradualmente esteso a tutto il continente nel secondo trimestre dell'anno. Anche Michelin e Pirelli hanno aumentano i loro prezzi negli ultimi mesi e tutti hanno lasciato la porta aperta ad ulteriori ritocchi verso l'alto.

Autore: Eleonora Lilli

Tag: Attualità e Mercato , gomme


Top