Sport

pubblicato il 30 marzo 2011

WSBK, Donington, Guintoli: fratture a mano e caviglia

Gli infortuni risalgono alla caduta di Phillip Island

WSBK, Donington, Guintoli: fratture a mano e caviglia

Il weekend di Donington Park non è stato semplice per Sylvain Guintoli a causa di una frattura alla mano e una alla caviglia procurate in una caduta alta velocità a Phillip Island, anche se in quell'occasione gli accertamenti non avevano ravvisato alcun infortunio.


Dopo un weekend decisamente agoniato nel secondo weekend della stagione, il pilota della Ducati Liberty ha dunque deciso di sottoporsi ad un nuovo controllo, recandosi da uno specialista a Manchester. In questo caso gli esiti degli esami non hanno lasciato scampo, evidenziando le fratture, che comunque per ora non lo obbligheranno ad andare sotto ai ferri.

"Ho passato la giornata di lunedì a Manchester per cercare di capire a cosa fosse dovuto tutto il dolore che ho provato a Donington. Dopo alcune lastre ed una risonanza magnetica siamo giunti alla conclusione che mi ero infortunato a Phillip Island" ha spiegato l'ex pilota di MotoGp. "Nella mia mano ci sono due fratture, una delle quali è abbastanza importante. Fortunatamente però non sono scomposte, quindi per ora pensiamo che sia meglio non operare. Anche nella caviglia poi è stata trovata un'altra frattura e forse questa, pur essendo non scoposta, è quella un pò più rischiosa". "Ora mi aspettano dieci giorni di riposo, nei quali dovrò utilizzare un tutore. Subito dopo la gara di Assen avremo poi un altro consulto per valutare la possibilità di sottopormi ad un intervento chirurgico" ha concluso.

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport , superbike , piloti , incidenti


Top