Attualità e Mercato

pubblicato il 28 marzo 2011

Stress da multa: scatta il rimborso

La Cassazione: in caso di rimozione ingiusta, il Comune risarcisca i danni

Stress da multa: scatta il rimborso

La vicenda è semplice: nel 2004, a Palermo, una donna incinta parcheggia l’auto sulle strisce pedonali e si allontana per sbrigare alcune commissioni; al ritorno, la macchina non c’è più. Rimozione forzata per divieto di sosta. Il problema è che l’infrazione (seppure esistente) è stata rilevata da un ausiliario non autorizzato per legge (privo di delega del sindaco). La signora fa ricorso e vince.
Non solo: il Giudice di pace le riconosce il danno da stress per il mancato ritrovamento del veicolo. Ha dovuto sincerarsi che non fosse un furto, per poi attivarsi e recuperare il mezzo. Il tutto per via di un verbale illegittimo. Al che, il Comune di Palermo non ci sta, e si arriva addirittura in Cassazione: qui il trionfo della donna e la durissima sconfitta dell’amministrazione locale. Niente multa, e in più un rimborso di ben 200 euro per i danni da stress: sentenza 6712/2011.

UN CONCETTO DA ESTENDERE?
Vero che la sentenza parla di auto rimossa in modo illegittimo (nonostante l’infrazione ci fosse tutta), però il guaio può riguardare qualunque utente della strada, anche un motociclista non necessariamente in divieto di sosta. In breve, è il caso di chi riceve una sanzione ingiusta (a maggior ragione se l’infrazione è inesistente). Deve dimostrare che il verbale è illegittimo, perdendo tempo e giornate di lavoro. Deve recarsi nell’ufficio del Giudice di pace, mettendosi in fila per ore ad attendere il proprio turno. Per non parlare dello spavento dovuto alla busta verde che ci si ritrova nella cassetta delle lettere. E della tensione nervosa accumulata prima, durante e dopo l’udienza dal Giudice. Si chiama stress, e i Comuni dovrebbero rimborsarlo. I Giudici di pace, secondo OmniMoto.it, dovrebbero iniziare ad attribuire ai ricorrenti, in determinati casi dove l’illegittimità della sanzione è palese e il comportamento del Comune quasi prevaricatore, un indennizzo da stress.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada


Top