Sport

pubblicato il 23 marzo 2011

WSBK 2011, Donington, BMW: Badovini solo contro tutti

Toseland fuori dai giochi per la frattura al radio del polso destro

WSBK 2011, Donington, BMW: Badovini solo contro tutti
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • WSBK 2011 -BMW Motorrad Italia Superbike Team - Donington Park - Preview - anteprima 1
  • WSBK 2011 -BMW Motorrad Italia Superbike Team - Donington Park - Preview - anteprima 2
  • WSBK 2011 -BMW Motorrad Italia Superbike Team - Donington Park - Preview - anteprima 3
  • WSBK 2011 -BMW Motorrad Italia Superbike Team - Donington Park - Preview - anteprima 4
  • WSBK 2011 -BMW Motorrad Italia Superbike Team - Donington Park - Preview - anteprima 5
  • WSBK 2011 -BMW Motorrad Italia Superbike Team - Donington Park - Preview - anteprima 6

Il secondo appuntamento con il Mondiale Superbike a Donington Park non si prospetta semplice per il Team di BMW Motorrad Italia. La squadra infatti non potrà schierare James Toseland, costretto a rinunciare alla gara per una frattura subita al radio del polso destro per una caduta sul circuito Motorland Aragon durante test privati.

Sarà dunque Ayrton Badovini a rappresentare il team sul circuito britannico con la sua S1000RR, con cui ha conquistato due punti sul circuito australiano.

Andrea Buzzoni, Direttore BMW Motorrad Italia, ha dichiarato: "L’incidente di James è una sfortuna che non ci voleva. Tutto il gruppo di lavoro infatti, sta e stava portando avanti, con successo, un importante programma di sviluppo dopo i test invernali bagnati e il poco tempo a disposizione per preparare le moto. James, dopo l’iniziale shock legato all’errore nella struttura ospedaliera spagnola - i medici avevano infatti sottostimato il problema, il che ha portato poi ad una complicazione – più che all’incidente, sta recuperando con grande spirito, grinta e positività, perché – come noi – è entusiasta del progetto, ci crede e vuole tornare al più presto possibile. A Donington naturalmente James non correrà e non sarà sostituito, non ci piace infatti l’idea di doverlo rimpiazzare, valuteremo l’eventualità più avanti una volta che il quadro clinico sarà chiaro. Ayrton, che ha svolto un ottimo lavoro durante i test, a Donington sarà quindi il nostro unico pilota in pista, sono certo che farà bene".

Autore: Redazione

Tag: Sport , quadricilindriche , superbike , piloti , incidenti


Top