Sport

pubblicato il 23 marzo 2011

LML: parte il Trofeo Monomarca

Sei tappe e 28 piloti sulla nuova Star Corsa

LML: parte il Trofeo Monomarca

Domenica 27 marzo prenderà il via presso il kartodromo di Viterbo, il Primo Trofeo Monomarca LML. Protagonista, la Star Corsa, nell’unica colorazione giallo fiammante e in stile pure racing.
Organizzato in collaborazione con la Polini Italian Cup 2011, vedrà il supporto tecnico di LML Italia tramite uno stand ed un’officina tecnica mobile, in modo da poter offrire l’assistenza tecnica ed il supporto di cui i piloti possono necessitare.
Durante le gare del campionato poi, LML riserverà ai suoi clienti le "giornate tecniche", degli incontri dedicati per i possessori di Star, dove poter ricevere supporto tecnico attraverso dei controlli basilari dei mezzi.

IL CALENDARIO
Il calendario prevede sei prove spalmate tra il 27 marzo e il 9 ottobre. Come anticipato si inizierà a Viterbo, per poi proseguire il 17 aprile a Castelletto di Branduzzo (PV), ancora in zona Pavia il 5 giugno a Ottobiano, il 3 luglio a Binetto (Ba), il 25 settembre a Latina, e per finire, il 9 ottobre a Pomposa (Fe), dove verrà anche proclamato il vincitore. Questi, riceverà come premio per la vittoria del Campionato, una Star Deluxe.

STAR CORSA
Abbiamo già parlato della Star Corsa, in occasione della sua presentazione a Motodays 2011 da parte di LML. Apprezzatissima presso lo stand, andiamo a "sbirciare" come è fatta.
Naturalmente non è una Star originale, ma è stata modificata per ottenere più accelerazione e più allungo. Ricordando che la Star Corsa non è omologata per la circolazione per strada, continuiamo guardando cosa hanno "ritoccato" i tecnici.
Il gruppo termico è Polini, fuso in lega leggera d’alluminio, e con alesaggio di 60 mm, misura che porta la cilindrata a 165 cc effettivi. La canna è in ghisa grafitica lamellare, questo significa che c’è un ottimo coefficiente di scorrimento, ed una buona stabilità termica.
Il pistone è fuso per gravità in lega leggera ad alto tenore di silicio con disegno a "omega". Il disegno del cielo è specifico per ottimizzare il rapporto di compressione, che diventa di 10,3:1.
Sempre il pistone, è dotato di tre segmenti: due sono in acciaio speciale nitrurato con quello superiore cromato, mentre il raschiaolio è di tipo composito. La guarnizione della testa monostrato è in acciaio inox con rivestimento in tecnopolimero fluorurato per ridurre le temperature di esercizio ed aumentare la tenuta dei gas combusti alle alte temperature.

A "dare da mangiare" al propulsore ci pensa un carburatore Mikuni con diametro da 22 mm, con relativo collettore di aspirazione in alluminio, in maniera tale da avere un veloce flusso dei gas di scarico nella camera di combustione. L’impianto di scarico è totalmente in acciaio, e per incrementare le prestazioni, oltre al motore, sono state messe le mani anche sulla ciclistica: le sospensioni sono infatti pluriregolabili, il disco freno è flottante con un profilo a margherita, e per finire i pneumatici sono dei semi-slick in mescola media, sia per l’anteriore che per il posteriore.

Chiudiamo con i premi. Oltre ai vari premi gara stabiliti da LML per ogni giornata di competizione, per i primi tre classificati di campionato c’è come già detto una Star Deluxe, un iPad Apple, ed un iPhone Apple.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , scooter , pista , monomarca , gare


Top