Sport

pubblicato il 19 marzo 2011

MotoGp 2011, Qatar: super pole di Stoner, Rossi nono

Solo Pedrosa regge il passo di Casey, Lorenzo chiude la prima fila

MotoGp 2011, Qatar: super pole di Stoner, Rossi nono

Questa volta si faceva sul serio, con la prima pole position della stagione in palio, ma i protagonisti della MotoGp hanno rispettato il copione già visto nei giorni scorsi a Losail: Casey Stoner attore protagonista, con il solo Dani Pedrosa a provare ad infastidirlo.

Al debutto con la Honda, l'australiano ha conquistato subito la pole position, rispondendo colpo su colpo ai tentativi di rifarsi sotto della RC212V gemella di Pedrosa, arrivando a stampare un clamoroso 1'54"137 quando ha montato la gomma morbida. Al suo compagno di box va però il merito di averle provate tutte per ostacolarlo, anche se alla fine si è dovuto arrendere a vedersi rifilare poco più di due decimi dall'ex ducatista.

Per domani "Camomillo" sembra l'unico in grado di poter impensierire Stoner, anche perchè dal terzo in giù i distacchi sono abissali, con i soli Jorge Lorenzo e Marco Simoncelli che sono stati in grado di abbattere il muro dell'1'55" oltre ai due portacolori della Honda. Del resto, il campione del mondo lo aveva detto anche ieri che il potenziale attuale della sua Yamaha M1 non può permettergli di ambire a niente di più del podio. Dunque, per lui la prima fila può essere un risultato soddisfacente.

Anche il nostro Sic però deve essere sorridente perchè, dopo le difficoltà incontrate nei giorni scorsi, nessuno si sarebbe aspettato di vederlo così in alto in classifica. Accanto a lui, in seconda fila, ci saranno l'altra Yamaha di Ben Spies e la sorprendente Ducati di Hector Barbera.

Stupisce infatti che la miglior Desmosedici in pista non sia quella di Valentino Rossi. Anzi, il campione di Tavullia è parso nuovamente in grande difficoltà e alla fine si dovrà accontentare di prendere il via dalla terza fila. Il distacco di 1"5 dalla pole parla chiaro.

A fare compagnia alla GP11 numero 46 in terza fila ci saranno Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow. L'italiano in un certo senso è una delle delusioni di questa sessione, perchè visto quello che hanno fatto i suoi compagni era lecito attendersi qualcosa in più. L'ex campione della Supersport invece non poteva debuttare in maniera migliore, soprattutto se si pensa che corre con la mano destra infortunata.

Bisogna ricordare, infine, l'assenza in pista della Suzuki a causa dell'infortunio capitato ad Alvaro Bautista nelle prove libere di ieri. Lo spagnolo si è procurato la frattura del femore sinistro, per il quale è già stato operato, e sarà costretto a saltare anche la prossima gara a Jerez, nella quale sarà sostituito da John Hopkins.

MotoGp - Losail - Qualifiche

Autore: Matteo Nugnes

Tag: Sport


Top