Sport

pubblicato il 15 marzo 2011

MotoGP 2011, Losail: Rossi teme un weekend complicato

Valentino: "La spalla non regge due giorni così tirati"

MotoGP 2011, Losail: Rossi teme un weekend complicato

Si è chiusa ieri l’ultima sessione di test invernali sulla pista di Losail, in Qatar, dove i piloti della MotoGP hanno girato con una temperatura più fredda rispetto a domenica e condizioni molto più ventose. Valentino Rossi e Nicky Hayden hanno migliorato i loro tempi che tuttavia, in una classifica molto serrata, li vedono rispettivamente nono e tredicesimo. Entrambi stanno lavorando duramente con la propria squadra per mettere a punto la moto per le prime prove del Gran Premio inaugurale della stagione che inizieranno, sempre a Losail, giovedì prossimo alle 19:55 locali.

Nicky Hayden: "Quando siamo arrivati qui, oggi pomeriggio, non ero nemmeno sicuro che avremmo potuto girare perché c’era un vento fortissimo. Invece ha cominciato a calare quando siamo entrati in pista e devo dire che gli addetti al circuito hanno fatto un gran lavoro per levare la sabbia dall’asfalto. Abbiamo lavorato sugli assetti, provando diverse opzioni che ci hanno permesso di migliorare, anche se non quanto avremmo voluto. Comunque ho fatto due mini long-run mantenendo un buon passo sia con gomme morbide che dure. Ho finito la giornata con una scivolata alla seconda curva, un punto un po’ critico, dove sono usciti diversi altri piloti. Sappiamo di avere un fine settimana impegnativo davanti a noi perché tutti stanno spingendo molto forte ma sicuramente domenica daremo il massimo per mettere in piedi un bello spettacolo".

Valentino Rossi: "Direi che oggi stata una giornata un bel po’ impegnativa: le condizioni meteo sono state molto più dure di ieri e ho fatto anche un’altra caduta toccando la striscia bianca. Fortunatamente mi sono solo appoggiato per terra, non è stato nulla di grave. Il problema vero invece è che a circa un’ora e mezza dalla fine ho cominciato a perdere forza nella spalla e non ce l’ho proprio più fatta a spingere. Peccato, perché appena avevo appena fatto il mio miglior tempo e da li si poteva abbassare ancora un po’ invece non abbiamo nemmeno montato le due gomme morbide che avevamo a disposizione. Ero partito per un long-run ma mi sono dovuto fermare perché perdevo decimi giro dopo giro. Diciamo che non siamo così lontani come sembra anche se il lavoro da fare resta tanto, sia per quanto riguarda la moto, sia per quanto riguarda me perché devo fare i conti con la spalla che evidentemente due giorni così tirati ancora non li regge. Fino a giovedì farò un allenamento leggero e massaggi e poi vedremo".

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , test , piloti


Top