Attualità e Mercato

pubblicato il 14 marzo 2011

Guida consapevole, Roma si muove

Un progetto di educazione alla sicurezza stradale per chi usa motorini, moto e minicar

Guida consapevole, Roma si muove

Che Internet possa aiutare a migliorare la sicurezza stradale lo dimostra un’interessante iniziativa dell’Aci di Roma e dal Comune capitolino: "Guida consapevole", rivolto ai giovani di età compresa tra i 14 e i 22 anni che utilizzano moto, motorini o minicar. Infatti, attraverso un sito Web (progettocittamobile.it ) si può seguire un percorso di formazione e informazione: i ragazzi hanno la possibilità di verificare e migliorare la loro preparazione alla guida. Il percorso virtuale è costituito da 10 sessioni didattiche. Alla fine di ognuna di queste, ci si sottopone un test: in caso di "promozione", ecco la targa finale di "guidatore sapiens". Per stimolare l’interesse dei giovani, i più bravi nei quiz avranno diritto a una giornata di corso presso le piste del Centro di Guida Sicura di Vallelunga (Roma).

DATI ECLATANTI
Il perché del progetto "Guida consapevole" è ovvio: come spiega Antonello Aurigemma, assessore alle Politiche della mobilità di Roma, nel 2009 il 30% dei veicoli coinvolti in incidenti stradali nella capitale sono stati i ciclomotori e i motocicli, pari al 48% del costo sociale.

IN ATTESA DELLA PROVA PRATICA
Questa, come altre, è un’iniziativa importante: la sensibilizzazione in materia di incidenti non è mai abbastanza. Urge però la prova pratica (da superare dopo aver superato i test della prova teorica) per conseguire il patentino che dà diritto a guidare cinquantini e microcar. Stavolta, dopo rinvii e sorprese, a fine marzo si dovrebbe davvero cominciare.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , scooter , sicurezza , codice della strada , patente


Top