dalla Home

Sport

pubblicato il 13 marzo 2011

Terremoto e Tsunami in Giappone: gara del MotoGP in forse

Anche il calendario MotoGP potrebbe subire variazioni

Terremoto e Tsunami in Giappone: gara del MotoGP in forse

Quanto vale una gara di moto in confronto a una vita umana? Zero. Figuriamo di fronte a un’apocalisse migliaia di morti (in crescita costante) come lo tsunami del Giappone. Tuttavia, il dovere di cronaca c’impone di fornirvi anche questa notizia: il MotoGP del Giappone a Motegi, terza tappa del Mondiale, prevista in calendario il 24 aprile 2011, è a rischio. Fra l’altro, è il secondo anno consecutivo che quel MotoGP viene preso di mira dai fati e dalla natura: basti ricordare i danni del 2010 fatti dal vulcano islandese Eyjafjallajkull che costrinse gli organizzatori a posticipare la gara a ottobre.

Il fatto è che una delle Prefetture nipponiche più colpite dallo tsunami è quella di Ibaraki. E qui si trova Mito, la città ospitante di quasi tutto il personale dei team. Non molto distante la pista del Twin Ring: circa 45 chilometri spostandosi nell’entroterra.

Autore: Redazione

Tag: Sport , motogp , pista


Top