Sport

pubblicato il 17 febbraio 2011

WSBK, Phillip Island: brutta caduta per Rea

Da Honda sono stati raccolti dati importanti nei due giorni di test

WSBK, Phillip Island: brutta caduta per Rea

A Philllip Island il Team Castrol Honda non ha voluto perdere tempo e, anticipando molti team Superbike, si è recato in Australia per completare un'importante due giorni di test, resasi necessaria a causa del maltempo incontrato in tutte le prove effettuate fino ad ora.

Nonostante Ruben Xaus e Jonathan Rea siano riusciti a completare davvero tanti chilometri, raccogliendo dati importanti soprattutto per quanto riguarda la nuova elettronica della CBR1000RR, la sfortuna ci ha messo lo zampino anche questa volta, con una caduta che ha portato via praticamente tutta la seconda giornata al britannico.

Johnny è stato anche portato in ospedale per accertamenti, in quanto subito dopo l'incidente ha accusato un forte dolore al collo. Fortunatamente però i medici non hanno ravvisato fratture o lesioni, quindi Rea è convinto di poter essere nuovamente al 100% per il via del campionato.

"E' stato un high side improvviso e sono ricaduto violentemente sulla testa" ha spiegato Rea a MCN. "Avevo il collo molto indolenzito, quindi i dottori hanno deciso di mettermi il collare e fare degli accertamenti. In ogni caso sapevo di stare bene e le lastre lo hanno confermato".

Autore: Redazione

Tag: Sport , superbike , test , piloti , incidenti


Top