Attualità e Mercato

pubblicato il 17 febbraio 2011

Milano: limiti a 70 km/h? (In)sicuri

Dovrebbero essere in vigore su quattro strade provinciali di Milano

Milano: limiti a 70 km/h? (In)sicuri

La questione è intricata. Parliamo dei nuovi limiti di velocità pensati dalla Provincia di Milano per combattere lo smog. In teoria, il limite scende dai consueti 90 km/h a 70 km/h su quattro strade provinciali: Milano-Meda, Rho-Monza, Val Tidone, Paullese. Stesso provvedimento per le tangenziali milanesi Est, Ovest e Nord; tratti autostradali esclusi. Ma qui nascono i guai. Mancano i cartelli che impongono il limite di velocità di 70 km/h, quelli classici, tondi col bordo rosso.

PRIMO RIMEDIO
La Provincia di Milano sta ponendo rimedio al problema, ma solo parzialmente. I cartelli dei 70 km/h vengono installati in queste ore sulle quattro strade provinciali. Almeno così ci è stato garantito. Invece, sulle tangenziali, la competenza è della società privata che ha preso in gestione quelle strade: la Serravalle. La quale a sua volta avrebbe chiesto l’autorizzazione all’Anas (il gestore di strade e autostrade di interesse nazionale) per installare i cartelli dei 70 km/h.

CAOS
Il rischio è che, mancando i cartelli in tangenziale, i motociclisti debbano regolarsi di volta in volta, con un percorso a macchia di leopardo. Senza contare i possibili ricorsi di chi prende una multa per aver superato i 70 km/h in tangenziale: mancando i segnali, il guidatore potrebbe non essere a conoscenza del limite di 70, restando al precedente 90 km/h. Vi terremo aggiornati sulla vicenda spinosa.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , trasporti


Top