Attualità e Mercato

pubblicato il 15 febbraio 2011

Antifrode Rca: il brutto presentimento di OmniMoto.it

Il Disegno di legge va avanti. Stavolta le Rca caleranno?

Antifrode Rca: il brutto presentimento di OmniMoto.it

Martedì 15 febbraio è pronto il testo base del Disegno di legge dell’Agenzia antifrode: un’Unità che avrà il compito di scoprire le truffe ai danni delle Assicurazioni. Un cancro per il settore Rca, quelle delle frodi, delle lesioni fisiche inventate, dei colpi di frusta inesistenti. Con ripercussioni sui costi a carico delle Compagnie e sulle tariffe Rca, specie quelle dei motociclisti (i più soggetti a ferite in caso di sinistro). Obiettivo, far calare i prezzi Rca, a beneficio della collettività.

SI "ASCIUGA"
È lo stesso relatore alla commissione Finanze della Camera, Francesco Barbato (Italia dei valori) a spiegare che il testo del Disegno di legge va "asciugato", così da essere esposto il meno possibile a modifiche durante l’iter parlamentare. Si vuole fare in fretta, anche perché i rialzi delle Rca (+170% in 15 anni, secondo le associazioni dei consumatori) non danno tregua.

CHE SUCCEDERÀ?
Il problema è che già altre Leggi in passato sono state attese e accolte come la soluzione contro il caro-Rca. Non ultimo, l’indennizzo diretto: si viene risarciti dalla propria Assicurazione anziché da quella del responsabile dell’incidente. Per non parlare delle varie Leggi Bersani sulle classi di merito. Il risultato? Ci sono importanti Compagnie che scappano dal Sud Italia, con motociclisti di Napoli, Caserta, Crotone e altri centri importanti che hanno difficoltà serie a trovare prezzi Rca accettabili. Se un giorno arriverà l’Agenzia antifrode, si spera che poi le Assicurazioni non alzino ancora le tariffe, con la giustificazione che mantenere in vita quell’organismo richiede grossi sforzi economici, almeno nel medio termine.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , codice della strada , incidenti , assicurazione


Top