Sport

pubblicato il 3 febbraio 2011

MotoGP 2011 Test Sepang Day 3: i commenti dei piloti

Tutti contenti al termine dei test. Simoncelli raggiante

MotoGP 2011 Test Sepang Day 3: i commenti dei piloti
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Ducati - anteprima 1
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Ducati - anteprima 2
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Ducati - anteprima 3
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Ducati - anteprima 4
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Ducati - anteprima 5
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Ducati - anteprima 6

E chi se lo aspettava? Alla vigilia dei Test invernali della MotoGP a Sepang penso che nessuno avrebbe scommesso un centesimo sulla prima posizione di Marco Simoncelli. E’ verissimo che l’italiano a fine stagione 2010 ha mostrato una consistenza davvero notevole, ma chi avrebbe pensato che Marco avrebbe messo in riga tutti, a partire dai propri colleghi di marca, insigniti delle insegne ufficiali HRC?
Noi, sinceramente, no; e saremmo stati pronti a giocarci come migliore dei Test l’australiano Casey Stoner. Certo, se poi analizziamo i tempi di questa tre giorni e notiamo che i primi quattro classificati sono racchiusi in ottantotto millesimi di secondo, diventa davvero difficile dire chi sia stato realmente il migliore.
Lasciamo però la parola ai protagonisti, iniziando proprio da lui, Marco Simoncelli.

MARCO SIMONCELLI: PRIMO CON 2.00.757
"Sono veramente contento. Nei Test di Valencia avevo capito che la moto nuova aveva un buon potenziale ed avevo un buon "feeling" . Se poi considero che questa non è la mia pista favorita devo essere più che felice, sono stato molto costante ieri e questa mattina sono riuscito a fare questo straordinario tempone. In giornata ho poi fatto la simulazione gara nel corso della quale sono stato costante ed alla fine non sono arrivato stremato come in gara. Insomma sono contento a 360°. La squadra ha funzionato perfettamente anche con i nuovi inserimenti. Tutto ha girato alla perfezione. Siamo migliorati tutti io per primo, i ragazzi la moto e sono convinto che quest’anno "ci sarò anch’io" Naturalmente è il primo test e non gasarci troppo, dobbiamo continuare a lavorare così tenendo i piedi ben saldi a terra…".

DANI PEDROSA: SECONDO CON 2.00.770
"Sono davvero molto felice per come sono andati questi test complessivamente. La miglior notizia che potessi ricevere è che il recupero del mio braccio è come mi aspettavo, i crampi sono spariti e anche la mancanza di forza che tanto mi preoccupava. Questo pomeriggio ho fatto un long run di 12 giri tirati ed è andato molto bene e sono soddisfatto anche del lavoro fatto sulla moto. Abbiamo provato molte cose, passo dopo passo, e lasciamo la Malesia con le idee chiare sulle sospensioni e sapremo come agire sul telaio e sul motore quando torneremo qui per i prossimi test. Mi sono concentrato soprattutto sulla moto 2010, mentre per il prossimo test abbiamo in programma di lavorare maggiormente sulla moto di quest’anno. La Öhlins, inoltre, ci porterà alcune nuove componenti da provare che possono migliorare il nostro pacchetto. Secondo me, poi, il maggior passo avanti che abbiamo fatto è in termini di stabilità in frenata, che è esattamente ciò che stavamo cercando".

CASEY STONER: TERZO CON 2.00.811
"Oggi è stato sicuramente il giorno migliore, al di là della caduta di stamane. In generale abbiamo fatto dei buoni passi avanti, provando alternativamente i due telai, 2010 e 2011, alla ricerca del feeling migliore con entrambe. Ci siamo concentrati, poi, sul far lavorare meglio la moto con gomme usurate e su un traction control diverso che agisce più velocemente quando la gomma inizia a slittare, aiutandoci un po’ sulla velocità in curva. Sono molto contento dei risultati ottenuti in questi test, in effetti sono andati un po’ meglio di quanto mi aspettassi. Sono felice di tutto ciò che ho trovato in Honda e sul setup di base che abbiamo definito, e ciò era davvero importante per noi".

JORGE LORENZO: QUARTO CON 2.00.845
"Sono molto felice dopo questi tre giorni di test, è stato uno dei migliori test invernali di sempre, perché di solito abbiamo bisogno di più sessioni di prove per essere a punto.
La moto mi sembra sempre migliore ma dobbiamo ancora perfezionare alcuni punti. Penso che nei prossimi test faremo il passo necessario per migliorare ancora. Oggi pomeriggio, quando in pista faceva davvero molto caldo, sono riuscito a fare ancora dei giri molto veloci che mi hanno dato la sicurezza di stare andando nella giusta direzione. Ben sta facendo un gran lavoro, ieri abbiamo parlato molto e abbiamo discusso insieme molti aspetti della moto, è davvero un ottimo compagno di squadra"
.

ANDREA DOVIZIOSO: QUINTO CON 2.00.945
"Stamattina abbiamo provato un setup diverso per la ciclistica e abbiamo migliorato in percorrenza a centro curva. Abbiamo lavorato sull’elettronica, in particolare sul traction control e abbiamo trovato delle buone soluzioni. Abbiamo provato anche un diverso setting per la frizione, ma sfortunatamente il feedback non è stato quello che ci aspettavamo. Stamattina le condizioni della pista erano molto buone, così ho montato la gomma morbida e ho girato in 2.00. Era la prima volta per me che scendevo sotto al 2.01 su questa pista, quindi sono molto contento. Sono soddisfatto del lavoro fatto dalla HRC, da me e dal team in questi tre giorni. Partiamo per la stagione con un pacchetto davvero ottimo. Tutte le Honda sono molto competitive, con tanti piloti forti. So già, però, che quanto fatto non è abbastanza e che devo continuare a lavorare molto. Sono contento, inoltre, del programma di allenamento fatto in inverno, perché sono arrivato al primo test in condizioni davvero buone".

BEN SPIES: SESTO CON 2.01.002
"Durante la seconda e la terza giornata di prove abbiamo fatto segnare sempre tempi molto consistenti, e sono contento di ciò, perché è indice che la moto è molto competitiva. Ci sono ancora alcuni aspetti da migliorare, comunque. Abbiamo provato due configurazioni di motore e adesso sappiamo esattamente la direzione da intraprendere. Abbiamo anche lavorato sull’elettronica, in modo da tenere sotto controllo i consumi senza compromettere i tempi sul giro e abbiamo trovato anche per questo aspetto una buona soluzione. Torneremo qui tra due settimane con obiettivi differenti, che sono di essere un po’ più veloci e provare altri pneumatici. In questi giorni, comunque, siamo riusciti a completare tutto il programma che avevamo da svolgere. E’ piacevole correre insieme a Jorge, abbiamo lavorato duramente insieme per fornire delle informazioni importanti ai ragazzi del Team, in modo che ora possano portarle e casa e studiarci su".

HIROSHI AOYAMA: SETTIMO CON 2.01.353
"Questa mattina ci siamo concentrati sul "set up" e siamo andati molto bene. Nel pomeriggio abbiamo continuato il lavoro con grande soddisfazione. Sono stati tre giorni importanti ed utili per capire che posso ancora andare forte. La squadra è veramente fantastica ed ho trovato una sintonia perfetta. Adesso analizzeremo i dati e prepareremo il secondo altrettanto importante test di Sepang".

NICKY HAYDEN: OTTAVO CON 2.01.534
"E’ stato davvero bello tornare in azione. Abbiamo completato tre giorni di test molto importanti, riuscendo a portare a termine davvero tanto lavoro. E’ chiaro che avrei preferito essere più vicino ai primi ma è anche vero che abbiamo ridotto le distanze giorno dopo giorno. Oggi sembrava dovesse piovere da un momento all’altro ma, come martedì e mercoledì, non è mai successo e questo ci ha permesso di trovare diverse soluzioni che ci sono piaciute. Abbiamo dovuto dedicare parecchio tempo a lavorare sul set up per ridurre il "chattering" . Era successo anche l’anno scorso ma solo su questa pista quindi è probabile che non sia un fatto correlato alla GP11. Abbiamo fatto anche delle prove di gomme con la Bridgestone che potranno essere utili lungo la strada: sappiamo che c’è ancora molto da fare ma contiamo di essere vicino ai primi già dai prossimi test".

VALENTINO ROSSI: UNDICESIMO CON 2.01.842
"Sono molto contento perché prima di arrivare qui avrei messo la firma per fare venti, trenta giri al giorno e invece nei primi due ne ho fatto una quarantina e oggi cinquantadue. Certo oggi alla fine ero davvero finito, anche perché il resto del mio corpo lavora in maniera diversa dal normale, devo fare molte cose con il braccio sinistro che quindi è molto affaticato. Però sono felicissimo per la spalla perché migliora giorno per giorno e anche dopo lo stress di aver guidato una MotoGP al limite non ha nessun problema: adesso è solo una questione di forza. Ho guadagnato anche dal punto di vista del movimento tanto che non credo che adesso il limite fisico valga un secondo ma piuttosto sui cinque o sei decimi, che perdo soprattutto in frenata e in entrata di curva. Comunque abbiamo lavorato bene anche oggi, siamo riusciti a raccogliere molti dati e a risolvere il problema di "chattering" che avevamo. Ovviamente rimane molto da fare ma rispetto all’inizio dei test ci siamo avvicinati decisamente a quella messa a punto di base che stiamo cercando. Non dobbiamo cambiare il carattere della Desmosedici, dobbiamo sfruttare le sue caratteristiche migliori, la stabilità ed il motore, e migliorare altre aree, soprattutto il comportamento in curva per farla girare meglio. In ogni caso la valutazione complessiva dei test non può che essere buona, oggi siamo ad un secondo dai primi e anche nel pomeriggio, girando con le gomme da gara, il distacco rimaneva sui sette, otto decimi. Ho bisogno di fare ancora chilometri per capire altre cose della GP11 e, anche se devo modificare un po’ il mio stile di guida, adesso sento la Ducati molto più mia".

TONI ELIAS: DICIASSETTESIMO CON 2.02.916
"Sono stati tre giorni difficili per me. Sono arrivato in Malesia una settimana prima per allenarmi sotto questo caldo soffocante e per superare il fuso orario ma tre giorni fa ho iniziato a star male. Ho dovuto prendere antibiotici tutti i giorni per l’influenza e non ero al massimo e questa moto richiede una forma fisica perfetta. Nonostante il malessere abbiamo lavorato assiduamente provando diverse cose alla ricerca dell’assetto giusto. C’è ancora un bel po’ di lavoro da fare perché faccio fatica a trovare il compromesso corretto che mi consenta di guidare come voglio. Questo fa parte del mio processo di adattamento a questa moto e nel 2009 ho girato in 2.01 su questa pista quindi sono ottimista e so che troveremo la direzione giusta per fare meglio".

LA PAROLA A FAUSTO GRESINI
Abbiamo approfittato per dare voce anche al Team Manager del Team San Carlo Honda Gresini, l’immancabile Fausto Gresini:
"E’ stato un piacevole colpo al cuore. Simoncelli è stato fantastico mi ha regalato una gioia immensa. Sapevamo di essere competitivi ma con questa prestazione siamo andati oltre le aspettative della vigilia. Questa è la riprova che ci siamo anche noi e speriamo che gli altri lo accettino di buon grado. Questa è naturalmente è una "battuta spiritosa" ma in me, oggi, c’è tanta felicità che mi rende euforico. Simoncelli si merita tutto ciò perchè durante l’inverno ha fatto una buona preparazione ed inoltre mi esalta la sua determinazione. Naturalmente ringrazio la Honda che ci ha messo a disposizione una moto straordinaria, tutti i ragazzi che hanno lavorato molto bene e la San Carlo che ha creduto in questo progetto ed insieme a noi sta vivendo queste fantastiche emozioni. Chiaro che bisogna stare calmi, ragionare e continuare a lavorare, ma oggi è una giornata meravigliosa e voglio godermela!".

LA PAROLA ALLA BRIDGESTONE
Non manchiamo di riportarvi anche il commento di Tohru Ubukata: Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport, sui test effettuati con tutte le squadre a Sepang:
"A Sepang abbiamo portato un pneumatico slick per l’anteriore e tre pneumatici slick per il posteriore per continuare il fondamentale lavoro di sviluppo per il futuro e sono soddisfatto del loro rendimento complessivo nei tre giorni di test. Voglio ringraziare tutti i team e i piloti per il supporto e la cooperazione. Abbiamo raccolto numerosi dati che saranno determinanti per il lavoro di sviluppo che faremo sia per la classe MotoGP sia per la nostra gamma di pneumatici ad uso stradale Battlax. Le condizioni atmosferiche nei tre giorni di test sono state buone e i tempi sul giro sono stati molto veloci. In occasione di questi test abbiamo avuto modo di lavorare in stretto contatto e di stabilire una buona relazione con i nuovi piloti della classe MotoGP e con quelli che hanno cambiato team. I nostri ingegneri hanno lavorato bene con tutti i piloti e sono convinto che in questa stagione supporteremo in maniera equa tutti i team".


I TEST DI SEPANG GIORNO PER GIORNO
MotoGP 2011 Test Sepang Day 1: Stoner su tutti
MotoGP Test a Sepang Day 1: i commenti dei piloti
MotoGP 2011 Test Sepang Day 2: tutti dietro Pedrosa
MotoGP Test a Sepang Day 2: i commenti dei piloti

freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Honda - anteprima 1
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Honda - anteprima 2
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Honda - anteprima 3
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Honda - anteprima 4
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Honda - anteprima 5
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Honda - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Yamaha - anteprima 1
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Yamaha - anteprima 2
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Yamaha - anteprima 3
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Yamaha - anteprima 4
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Yamaha - anteprima 5
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - Yamaha - anteprima 6
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Motogp 2011 Test Sepang Day 3 - I tempi alle 16.00 - anteprima 1

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , pista , gare , piloti


Top