Sport

pubblicato il 2 febbraio 2011

WSBK 2011: Smrz e Guintoli continuano i test ad Aragon

Dopo la pioggia di Portimao si sono spostati in Spagna

WSBK 2011: Smrz e Guintoli continuano i test ad Aragon
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Team Effembert ad Aragon - anteprima 1
  • Team Effembert ad Aragon - anteprima 2
  • Team Effembert ad Aragon - anteprima 3

Pochi giorni fa il Team Effenbert ha lasciato la pioggia del circuito di Portimao(Portogallo) per trasferirsi al freddo ed al vento del circuito di Aragon(Spagna), a completare altri due giorni di test. Proprio su questa pista, infatti, per la prima volta nel 2011 il Mondiale Superbike farà tappa nel prossimo mese di giugno, settimo appuntamento del calendario.

Le condizioni metereologiche non hanno permesso di portare a termine tutto il lavoro che ci si auspicava ma, nel complesso, sono state due giornate molto positive ed utili per permettere ai piloti di familiarizzare con questo bel circuito e a tutto il team per procedere nella preparazione in previsione dell´ormai imminente inizio del campionato.

Ecco le dichiarazioni dei protagonisti:
Sylvain Guintoli: "Aragon è un gran bel circuito. Non abbiamo avuto fortuna con le condizioni metereologiche ma siamo riusciti comunque a girare un po‘ e abbiamo conosciuto il tracciato, per essere più preparati quando torneremo qui la prossima volta, questa volta per correre!
Non vedo l´ora di essere a Phillip Island e rincontrare il caldo ed il sole"
.

Jakub Smrž: "Il circuito mi piace, peccato per il freddo! Oggi in una delle chicane una folata di vento mi ha preso sulla ruota anteriore durante il cambio di direzione e sono scivolato! Abbiamo testato tante cose e sono contento di come siano andati questi test, perchè ci siamo ulteriormente migliorati ed abbiamo fatto dei passi in avanti importanti.Ho avuto ottime sensazioni durante tutti i test finora compiuti, così come del lavoro svolto, dell´organizzazione e del funzionamento di tutto il team".

Natale Mastrandrea, direttore sportivo: "Questi test sono stati caratterizzati dalle condizioni climatiche. Il primo giorno i ragazzi hanno girato molto forte ottenendo, considerando la temperatura di 5-6 gradi, dei tempi ragguardevoli: Kuba ha fermato i cronometri sull´1.59.9 e Sylvain a 2.00.7.
Il secondo giorno le temperature sono diminuite ulteriormente, con l´asfalto a solo un grado, impedendo ai piloti di ottenere buone prestazioni. Ci siamo dedicati, allora, a lavorare per provare nuove soluzioni e materiali, verificare i set-up dell´elettronica, acquisire dati importanti e migliorare il feeling tra i piloti e le moto.
Voglio fare i complimenti ai piloti per l´ottimo lavoro svolto ma anche ai ragazzi del team, tutti compresi, è veramente un piacere lavorare con loro e sono convinto che dall´Australia porteremo dei risultati positivi"
.

AD ARAGON ANCHE IL TEAM SUPERSONIC
Il Team ceco non è stato l’unico a cercare di proseguire i Test invernali ad Aragon. Anche il Team Supersonic si è fermato qui sulla strada di ritorno verso l’Italia con Maxime Berger.
Il francese ha potuto effettuare 52 giri ieri, nonostante la temperatura rigida, incappando anche in una scivolata dovuta alle condizioni di aderenza scarsa. La squadra rientra ora in Italia prima di partire per l’Australia dove, tra due settimane, si terranno gli ultimi Test Infront precampionato.

Maxime Berger: "Con oggi le nostre prove in Europa sono terminate. Ora ci attendono due giorni di test a Phillip Island, che vedremo di sfruttare per mettere alla frusta tutto quanto abbiamo provato nei test invernali. Oggi ho fatto anche una scivolata che per fortuna non ha avuto alcuna conseguenza per me o per la moto. L'asfalto era freddo e le gomme faticavano ad entrare in temperatura. Abbiamo comunque testato molti componenti e nel finale ci siamo concentrati sui freni. Anche oggi abbiamo raccolto molti dati che ci saranno utili in futuro. Non vedo l'ora di partire per l'Australia".

Danilo Soncini: "Anche oggi faceva molto freddo e pur avendo lavorato molto con la squadra, Maxime non ha potuto spingere a fondo per verificare la bontà del lavoro svolto prima a Portimao e successivamente qui ad Aragon. Nel complesso però siamo soddisfatti perché abbiamo potuto testare tutta la nuova componentistica e Berger ha girato molto, prendendo confidenza con la nostra 1198. Ora faremo gli ultimi controlli e quindi potremo preparare le casse per spedire le moto in Australia. Tra qualche settimana si inizierà a fare sul serio e noi siamo pronti".

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , bicilindriche , superbike , gare , piloti


Top