Sport

pubblicato il 1 febbraio 2011

WSBK: Team Supersonic in pista ad Alcaniz

Circa 50 giri effettuati ieri dal francese Maxime Berger

WSBK: Team Supersonic in pista ad Alcaniz

A soli tre giorni dal termine dei test ufficiali organizzati dalla Infront Motor Sports sul circuito di Portimao, il team Supersonic è nuovamente sceso in pista, questa volta sul tracciato Motorland Aragon, nei pressi di Alcaniz in Spagna.

Un ulteriore sforzo per la squadra italiana, che sta lavorando molto per presentarsi nelle migliori condizioni possibili al via del Campionato Mondiale Superbike 2011. Sul nuovo tracciato spagnolo, che presenta una lunghezza di mt. 5.345 ed una larghezza che varia dai 12 ai 15 metri, Maxime Berger e la sua squadra hanno trovato un clima molto freddo, ma per fortuna i test non sono stati ostacolati dalla pioggia ed il pilota francese ha potuto compiere più di 50 giri, portando a termine assieme ai suoi tecnici una gran mole di lavoro. Oggi seconda ed ultima giornata di prove, con la speranza che la pioggia resti lontana dal Motorland Aragon e che magari la temperatura sia un poco più mite.

Danilo Soncini: "Faceva decisamente freddo oggi al Motorland Aragon che è indubbiamente uno dei più moderni circuiti al mondo. Rispetto a Portimao però almeno qui non abbiamo trovato la pioggia e di conseguenza la squadra ha potuto lavorare meglio che non in Portogallo. Maxime ha potuto prendere confidenza con questo circuito, dove a Giugno si disputerà la settima gara del mondiale Superbike, ed ha fatto molti chilometri migliorando il suo feeling con la moto e con i nostri tecnici. Viste le basse temperature il nostro pilota ha giustamente preferito non rischiare e si è concentrato sull'elettronica, sulle gomme e sull'assetto della sua Ducati. Se domani le condizioni meteo dovessero migliorare potremmo probabilmente terminare qui in Spagna il lavoro che non abbiamo potuto concludere a Portimao".

Maxime Berger: "Oggi qui faceva molto freddo, ma questo non mi ha impedito di stare molto tempo in moto e di percorrere più di 50 giri di questa bellissima pista. Abbiamo proseguito quel lavoro che a Portimao avevamo dovuto interrompere a causa della pista bagnata. Ho provato diversi tipi di gomme ed ho preso maggior confidenza con il ride by wire e con l'elettronica della mia 1198. I miei tecnici mi stanno aiutando molto non solo a sfruttare l'elettronica, ma anche a sistemare la moto grazie ai tanti dati che ci fornisce la telemetria. Sono felice e soddisfatto, in quanto il mio feeling con la moto e con la squadra aumenta ogni volta che proviamo e questo mi fa ben sperare per l'inizio del mio primo mondiale Superbike. Per domani spero che faccia meno freddo, ma l'importante è che non piova".

Autore: Redazione

Tag: Sport , superbike , test , piloti


Top