Sport

pubblicato il 27 gennaio 2011

Enduro di Agadir: il Marocco è protagonista

Non solo Rally Raid in Africa, ma anche enduro

Enduro di Agadir: il Marocco è protagonista
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Enduro di Agadir 2011 - anteprima 1
  • Enduro di Agadir 2011 - anteprima 2
  • Enduro di Agadir 2011 - anteprima 3
  • Enduro di Agadir 2011 - anteprima 4
  • Enduro di Agadir 2011 - anteprima 5
  • Enduro di Agadir 2011 - anteprima 6

Quando si nomina l’Africa, si pensa alla cara e vecchia Dakar, o al limite al Rally dei Faraoni, al Rally di Tunisia, o al Raid di Algeria, l’Africa Eco Race, il TRX, il Rally del Dubai, la Desert Logic di Fabio Fasola, l’ultima nata Sand Dream Rally e chi più ne ha più ne metta. C’è un però; sono tutti Rally Raid, quindi con tappe lunghe e che vedono protagoniste moto fatte per quel tipo di competizioni.
Oggi però c’è qualcosa di nuovo, una nuova proposta che si diversifica da queste tipologie di gara sopra descritte, e che grazie ai dieci anni di esperienza si propone come una gara di enduro, con la classica forma.
Si chiama Enduro di Agadir, e si svolgerà dall’8 all’11 Marzo in terra marocchina.

Organizzato in una splendida località sull’Oceano Atlantico, ha tra i suoi vantaggi l’economicità e la semplicità.
L’Enduro di Agadir sarà diviso in due categorie, corsa, e raid, e ovviamente avrà un’ulteriore suddivisione in classi di cilindrata e gruppi.
L’organizzazione offre poi la possibilità di trasportare la moto e una cassa, da, e per l’Italia, in modo da non avere l’incombenza di organizzare questo autonomamente. Per raggiungere Agadir poi, è estremamente facile: ci sono dei voli diretti, oppure si può fare scalo presso la capitale Marrakech, dove ci sarà una navetta che vi porterà a destinazione.
Naturalmente l’organizzazione fornirà copertura sanitaria (servizio medico svizzero: 3 ambulanze e 9 persone, 2 paramedici in moto con dotazione sanitaria), logistica e d’accoglienza.
Essendo un enduro, non sono previsti Road Book, Tripmaster o GPS, ma si richiede solo un’autonomia dei mezzi minima di 80 Km.

NORTON SPORT CLUB GENEVE
C’è un po’ di svizzero nell’Enduro di Agadir. L’organizzazione, infatti, altro non è che il Norton Sport Club Genève, che curerà la direzione gara e il cronometraggio. Tutto questo avverrà poi in collaborazione con la Federazione Motociclistica del Marocco.
Le iscrizioni sono naturalmente a numero chiuso e per tutte le informazioni basta recarsi sul sito.
La prova è poi iscritta al Calendario UEM, di conseguenza per prenderne parte, sarà necessaria la Licenza Enduro (Fuoristrada) della FMI, con supplemento di Nulla-Osta. Per quanto riguarda la formula raid, invece, non si richiede licenza alcuna.
I percorsi poi, avranno diverse lunghezze: dai 150 ai 280 Km circa al giorno, mentre a livello di tempo trascorso in moto, graviteranno intorno alle cinque, massimo sette ore, con normalmente due speciali per giorno.
Vi stuzzichiamo dicendovi che mentre qui in Italia le temperature sono prossime allo zero, ad Agadir si passano tranquillamente i 20°C.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , enduro , cross , gare , fuoristrada


Top