Attualità e Mercato

pubblicato il 23 gennaio 2011

Il Papa ai giovani: non buttate via la vita sulla strada

Appello del Santo Padre a chi guida: massima prudenza

Il Papa ai giovani: non buttate via la vita sulla strada

Se è vero che il Governo tenta di arginare le stragi del sabato sera (dove sono coinvolti soprattutto i giovani) con leggi severe, anche la Chiesa è sensibile in materia. È perfino Papa Benedetto XVI a intervenire direttamente al termine dell’udienza generale di mercoledì 19 gennaio. Il Santo Padre s’è rivolto ai membri di "Figli in paradiso: ali tra cielo e terra", l’associazione di genitori che hanno perduto i figli in incidenti stradali. Esortando chi guida a farlo con prudenza, e invitando i ragazzi a "non buttare via la vita": sui veicoli, "non rischiate inutilmente, tutelate la vostra vita e quella degli altri".

RISCHI DA CALCOLARE
Il Pontefice ha anche detto: "Desidero raccomandare soprattutto a voi, giovani: nell’esuberanza dei vostri anni giovanili, non mancate di calcolare i rischi e agite in ogni momento con prudenza e senso di responsabilità". Un invito alla prudenza che è stato raccolto dalle istituzioni, in primis dal ministro della Gioventù, Giorgia Meloni: "È necessario far capire ai giovani che il vero sballo sono le forti emozioni che ci può regalare la vita".

IL RUOLO DEI GENITORI
Chiaramente, l’educazione stradale è fondamentale: tutto parte anche da quanto i genitori spiegano ai figli. A tale proposito, ecco "Corri il rischio: vivi sicuro!" promossa dal Moige (Movimento dei genitori) con il ministero della Gioventù, Aci, Polizia stradale, Fondazione Ania e Società italiana di traumatologia della strada. La campagna raggiungerà otto Regioni: verranno coinvolti 18.000 studenti delle scuole medie, e altre 50.000 persone che parteciperanno alle attività nelle piazze. Saranno proprio i ragazzi a spiegare ai genitori i loro errori: un modo per attivare un circolo virtuoso.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , personaggi famosi


Top