Curiosità

pubblicato il 18 gennaio 2011

Mazda RX-7 e Kawasaki ZX-10R: sfida all'ultimo drift

Tripudio di traversi per gli stunt Brocha e Guthrie

Mazda RX-7 e Kawasaki ZX-10R: sfida all'ultimo drift

Una sfida inusuale ed esaltante, a colpi di traversi e burnout. Le protagoniste sono due stelle giapponesi, a due e quattroruote: una Kawasaki ZX-10R del 2005 (modello 2011 ) e la Mazda RX-7 motorizzata con un V8 di origine Corvette. Alla guida di questi due bolidi non potevamo che trovare degli esperti di "traiettorie sporche": Nick Brocha, detto "Apex" (cioè "punto di corda") e il pilota Jim Guthrie.

La Kawasaki da 175 CV ha il forcellone posteriore allungato di 12 cm per incrementare la stabilità durante la fase del controsterzo, mentre il V8 della Corvette prende il posto del motore rotativo Wankel che equipaggia la vettura di serie: il risultato sono 375 CV "coppiosi", più adatti alle sbandate di potenza rispetto all'erogazione spostata in alto del rotativo giapponese.

Come accadeva in Moto GP con le moto da 1000 cc, Nick "punto di corda" Brocha sfida la RX-7 tra le curve, lasciando virgole nere sull'asfalto del Motorsports Park di Sandia, in New Mexico. Il freestyler americano ha il suo bel da fare per "sbandierare" davanti a Guthrie, che mette un attimo da parte la guida pulita da pilota della Indy Racing League per raccordare tutte le curve in sbandata controllata.

Buona visione!

Mazda RX-7 sfida Kawasaki ZX-10R a colpi di drifting

Mazda RX-7 sfida Kawasaki ZX-10R a colpi di drifting

Autore: Giuliano Daniele

Tag: Curiosità , quadricilindriche , tuning , pista


Top