Sport

pubblicato il 13 gennaio 2011

Dakar 2011: Decima tappa, sempre più Coma

Despres sbaglia, il catalano prende il largo

Dakar 2011: Decima tappa, sempre più Coma
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Dakar 2011: tappa 10 - anteprima 1
  • Dakar 2011: tappa 10 - anteprima 2
  • Dakar 2011: tappa 10 - anteprima 3
  • Dakar 2011: tappa 10 - anteprima 4
  • Dakar 2011: tappa 10 - anteprima 5
  • Dakar 2011: tappa 10 - anteprima 6

Arrivederci Cile! Per questa decima tappa i piloti della Dakar 2011 hanno lasciato alle spalle la terra dei lama, per ritornare nuovamente nella regione argentina, dove presto la gara troverà la sua conclusione. Lo stage di mercoledì è consistito nella bellezza di 862 Km, di cui però, solo 176 di speciale e dalla città di Copiapo a Chilecito, dove i rider hanno riattraversato la cordigliera delle Ande (più precisamente il Passo di San Francisco), trovando temperature piuttosto basse. Da qui poi, sono approdati in territorio argentino dove hanno ritrovato nuovamente il caldo lasciato alle spalle la mattina, per poi attraversare le dune bianche del deserto di Fiambala.

COMA: PROFUMO DI VITTORIA
Marc Coma è risultato il vincitore di questa decima tappa, con una speciale chiusa in 3 ore 6 minuti e 35 secondi. Una vittoria che "deve" ad uno sbaglio del suo collega su KTM, Cyril Despres, che partito per primo per questa giornata, ha commesso un errore di navigazione al 97° Km mentre cercava di distanziare Coma, e ha così preso male l’impostazione per affrontare le dune successivamente. Si è dunque trovato in compagnia di Frans Verhoeven in un punto roccioso dove ha fatto fatica a uscire, fino a quando poi, è riuscito a ritrovare la strada giusta. Come se non bastasse ha poi perso ulteriore tempo a soli 15 Km dall’arrivo: il pilota del Team Red Bull KTM è infatti rimasto bloccato nel letto di un fiume in secca con la strada corretta proprio alla sua sinistra.
Marc Coma conquista così la sua terza speciale ai danni di Despres (in ritardo di 9’56"), che vede allontanare sempre più la possibilità di vittoria in questa Dakar 2011.
In terza posizione è arrivato lo spagnolo Ruben Faria a 13’22", che va invece sempre più avvicinandosi alla 4° posizione in classifica generale, e in quarta posizione il sorprendente sloveno Miran Stanovnik a 21’26", ora 14° nella generale.
Francisco "Chaleco" Lopez invece è stato molto sfortunato, visto che la sua Aprilia ha sofferto problemi alla pompa della benzina. Il cileno però, ha ricevuto aiuto dal suo compagno di squadra Farres Guell, terminando così la speciale in quinta posizione.
Da segnalare Helder Rodrigues, che come nel nono, stage è risultato emergere in alcuni CP: dopo il 23° Km e al 115° Km. Partito 11°, il portoghese della Yamaha ha terminato al 10° posto.
Come nella precedente tappa, il migliore degli italiani è risultato il nostro Franco Picco, giunto a Chilecito 49°.

UNDICESIMA TAPPA: CHILECITO–SAN JUAN
La gara si avvia verso la conclusione, abbandonato definitivamente il terreno cileno, i rider affronteranno l’undicesima tappa, la Chilecito–San Juan. Uno stage da 786 Km, con una speciale da 622 Km. La partenza avverrà ai piedi delle Ande, dove i concorrenti si ritroveranno all’interno di splendidi canyon. La seconda parte invece, vedrà un fondo sabbioso, dove ancora una volta la navigazione sarà protagonista.

LE DICHIARAZIONI
Cyril Despres: "Ho commesso il primo grande errore nei primi 120 Km mentre stavo andando bene. Ho letto 17 invece di 117 sulla navigazione e sono finito nelle rocce con Verhoeven. Abbiamo perso un sacco di tempo lì, ma poi negli ultimi chilometri ho fatto un altro errore, mi sono voltato e sono caduto in una buca di fango. E' stato impossibile uscirne fuori, mi ci sono voluti dieci minuti. Ho pensato che stavo perdendo ancora altro tempo… E' stata una brutta giornata, ma questi sono i rally raid, alcuni giorni sono buoni, altri sono cattivi".

Francisco "Chaleco" López: "Sono nero di rabbia. Oggi era l’occasione per andare a prendere la seconda posizione in generale, dato che Despres aveva sbagliato strada. Il problema alla pompa della benzina ha vanificato tutto. Comunque la Dakar non è finita, domani c’è una speciale di oltre 600 chilometri".

CLASSIFICA GENERALE
La generale non cambia per quanto riguarda le prime cinque posizioni, mentre al di sotto della top5, si rimescola un po’. Primo è dunque Marc Coma con la sua KTM dell’MRW Rally Factory Team, secondo Cyril Despres che aumenta di 10 minuti il suo svantaggio sul catalano, a 18’10’, e terzo Francisco "Chaleco" Lopez, che con 45’16" vede allontanarsi la possibilità di conquistare un ulteriore gradino sul podio. Quarto è sempre Helder Rodrigues, con la sua Yamaha dello Yamaha Racig France Ipone Red Bull a 1 ora 29 minuti e 37 secondi, e quinto Ruben Faria a 1 ora 34 minuti e 42 secondi.

1, Marc Coma, Spain, KTM, 38:39:31
2, Cyril Despres, France, KTM, at 18:10
3, Chaleco Lopez, Chile, Aprilia at 45:16
4, Helder Rodrigues, Portugal, Yamaha, 1:29:37
5, Ruben Faria, Portugal, KTM, at 1:34:42
6, Juan Pedrero, Spain, KTM at 2:29:24
7, Pal Anders Ullevalseter, Norway, KTM, 2:36:39
8, Jean De Azevedo, Brasil, KTM at 03:11:06
9, Henk Knuiman, Netherlands, KTM at 4:00:20
10, Quinn Alexis Cody, USA, Honda at 04:10:20

Dakar 2011: Tappa 10

Dakar 2011: Tappa 10

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , monocilindriche , enduro , cross , gare , quad , fuoristrada , dakar , donne motocicliste , piloti


Top