Curiosità

pubblicato il 13 gennaio 2011

Bohnams: asta a Las Vegas

Numerosi pezzi introvabili, si vende di tutto... e di più!

Bohnams: asta a Las Vegas
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Bohnams Las Vegas Motorcycle Sale - anteprima 1
  • Bohnams Las Vegas Motorcycle Sale - anteprima 2
  • Bohnams Las Vegas Motorcycle Sale - anteprima 3
  • Bohnams Las Vegas Motorcycle Sale - anteprima 4
  • Bohnams Las Vegas Motorcycle Sale - anteprima 5
  • Bohnams Las Vegas Motorcycle Sale - anteprima 6

Per chi non sapesse chi è Bohnams, beh, possiamo riassumerlo con una parola e una data: aste dal 1793! Provate dunque solo a immaginare cosa non possano aver venduto in tutti questi anni, dalle cose più importanti a quelle più introvabili su tutto il Pianeta Terra.
Il 6 Gennaio si è tenuta presso Las Vegas, un’enorme asta, dove gli acquirenti hanno potuto acquistare cose che nemmeno possiamo immaginare. Scatole di ferri vecchi contenenti lampade, cavi, cilindri, pistoni, abbigliamento, tutto a cifre pazzesche. Roba da non crederci!

SCATOLE QUASI A… SORPRESA!
Siete mai stai nei mercatini d’antiquariato? Quei posti dove trovate di tutto e di più, spesso ricoperto da tanta polvere che nemmeno siete in grado di capire cosa c’è sotto. Ecco, pensate in grande. Come dicono negli Stati Uniti d’America, "Big is better" (più grande è, e meglio è!). Immaginate una quantità incommensurabile di ferri vecchi, che sono venduti anche a un "Big prezzo" però. Scatole contenenti le cianfrusaglie sopra descritte, per 200, 300 dollari come base d’asta, di media. Questo significa che erano presenti anche scatole con tappi e pezzettini arrugginiti fino a sfiorare i 1.000 dollari.
Ma poi per carità, c’è anche tanta cultura. Perché non pagare una quindicina di libri che cascano a pezzetti… giusto quei 200 dollari, o no?
Splendide alcune stampe, a partire da 122 dollari, fino a un massimo di quasi "solo" 2.000. Poca roba, cosa volete che sia se confrontato a una scatola di materiale elettrico inutilizzabile a soli… 2.074 dollari, batteria inclusa (sicuramente utilizzabile… ehm)! Quasi dimenticavamo il pezzo forte: un forcellone arrugginito per una Vincent in "offerta" a 1.586 dollari. Regalato!

PERO’…
… bisogna dirlo eh! In mezzo a tanta ruggine, c’è anche qualche "cromatura", e di gran livello. Una Rudge 250 datata 1935 a 5.600 dollari, una Whizzer Motor Scooter color arancio del 1939 a 2.100$, un classico come la BMW 594cc R60/2 del 1963 a 17.550$, rigorosamente nera, due Ducati MH 900evoluzione a circa 12.000$, alla faccia di quelle due , di cui vi scrivemmo tempo fa, per le quali veniva chiesto solo un milione di dollari

Ci sono poi chicche come una 750cc Twin della GCS, un marchio australiano, datato addirittura 1919 da 53.000$, oppure dei classici, come una Harley-Davidson 45ci WL Engine del ’39 a circa 17.500$ o una Triumph 650cc Thunderbird del 1952 offerta a poco più di 8.000$.
Una Scott 596cc Flying Squirrel del 1947, ma anche moto giapponesi, dalle classiche Honda CB alla CL350 Scrambler, o quel capolavoro marchiato BSA, una 500cc Gold Star "Daytona Beach Special" che ha corso qualche gara presso l’omonimo circuito.
Sempre in tema corse, non possiamo non segnalare una Ducati 750SS Race Bike del ’74, "The ex-Tony Guest, Daytona BOTT Amateur Modified-winning", curatissima e semplicemente fantastica!
La lista può continuare a lungo, visto che si parla di quasi 100 motoveicoli.
Chiudiamo con una chicca, una bicicletta: Jesse James Chopper Bicycle, una bici in stile custom della famosa officina di preparazione moto.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Curiosità , curiosità , epoca


Top