Attualità e Mercato

pubblicato il 7 gennaio 2011

Buche a Milano e Como: "Attentato alla sicurezza"?

È il motivo della denuncia del Codacons contro le due città lombarde

Buche a Milano e Como: "Attentato alla sicurezza"?

Regola numero uno: vietato giocare al ruolo delle vittime. Certo che di fronte a certi dati, per un motociclista diventa difficile non demoralizzarsi. Parliamo dell’esposto che il Codacons presenterà ai Comuni di Milano e Como per via delle buche nell’asfalto: viene "ipotizzato il reato di omissione di atti d’ufficio e di attentato alla sicurezza dei trasporti". È inevitabile che il pensiero vada a chi va in moto e in scooter. Perché è vero che le auto vengono danneggiate, specie ruote e sospensioni; ma il motociclista che circola d’inverno su una strada piena di voragini rischia le gambe e la vita, prim’ancora del mezzo.

RECORD DI SEGNALAZIONI
Il Codacons presenterà due esposti alle Procure della Repubblica dei due capoluoghi (più un esposto alla Corte dei conti), per la mancata riparazione delle buche che si son aperte a causa del clima glaciale a Milano e Como, ossia le città dove sono pervenute le maggiori segnalazioni dei consumatori. Una "guerra" fra cittadini e Comuni molto costosa: sei milioni di euro di danni al giorno. Solo a Milano, i crateri sarebbero 15mila. Nel 2009, i risarcimenti alle vittime di incidenti (moltissimi motociclisti) sono arrivati a quota quattro milioni di euro.

DOPPIO PROBLEMA
Il fatto è che il bitume costa, per il rialzo del prezzo del petrolio, e le riparazioni dell’asfalto sono onerose. Magari, ma è solo un’ipotesi, non sempre i rifacimenti del manto stradale sono all’altezza di una città con elevato traffico. Il secondo guaio è che per ottenere il risarcimento serve fare un atto di citazione al Comune, con tanto di avvocato. E sempreché abbiate le prove documentate del danno subìto: a tal fine, è fondamentale avvisare quanto prima i Vigili dell’accaduto, avendo il loro verbale in mano da presentare ai giudici. Di fronte ai quali dovrete infine sostenere la tesi che evitare la buca era impossibile nonostante la guida prudente.

E IL PROGETTO AMBROGIO?
A questo punto, il Progetto Ambrogio di cui vi abbiamo parlato nelle scorse settimane (i Vigili, dotati di palmare, inviano le segnalazioni delle voragini alla struttura competente in tempo reale) solleva un inquietante interrogativo: ma è davvero così utile per aiutare a risolvere il problema buche a Milano?

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , incidenti


Top