Attualità e Mercato

pubblicato il 4 gennaio 2011

Mercato moto: il 2010 si chiude in rosso

Cali record anche a dicembre, si salvano solo le maxi

Mercato moto: il 2010 si chiude in rosso

Il drastico calo delle immatricolazioni del settore moto ormai non fa più notizia, visto che da 24 mesi ad oggi il segno meno continua a dominare le vendite.
Nessuno, ovviamente, si aspettava un dicembre positivo per le immatricolazioni, e quindi l’arrivo dei dati dall’Ancma ci è utile solo per tirare le somme di un 2010 profondamente in rosso.

POCHI PEZZI
Il mese di dicembre in sé non offre una base statistica molto valida, perché di norma conta sul totale annuo solo per il 2,2%, però i 6.781 veicoli venduti sono davvero pochi ed equivalgono a un calo del 47% rispetto allo stesso mese del 2009. Gli scooter si fermano a 4.919 unità con un calo del 49,5%. Le moto con 1.862 pezzi subiscono un calo del 39%.
Ancora una volta dobbiamo ritornare sull’argomento Incentivi, ricordando che il mese di dicembre 2009 rappresentava l’ultimo mese di vigenza degli incentivi di 500 euro a veicolo, previsti l’anno scorso, mentre quest’anno a dicembre non ci sono stati aiuti statali, terminati troppo presto.
In calo anche i cinquantini, che hanno venduto 2.811 unità pari a -35,3%.

LA PAROLA ALL’ANCMA
Come sempre è Corrado Capelli, Presidente di Confindustria ANCMA a parlare: "L’anno 2010 si chiude male con oltre 111.000 veicoli in meno rispetto al 2009. Ciò significa che si è tornati ad immatricolare meno veicoli del 1999. Mentre l’anno scorso la disponibilità di oltre 131 milioni di euro di incentivi avevano contrastato efficacemente la crisi del mercato, quest’anno appena concluso paga per intero la mancanza di sostegni adeguati. Solo 33.000 sono stati i veicoli che hanno usufruito di incentivi, poco più del 10% delle immatricolazioni; nel 2009 il 65% dei veicoli aveva ottenuto un incentivo significativo. Le previsioni fatte si sono rivelate purtroppo corrette, questo settore è molto sensibile alle campagne di incentivazione e negli anni di scarsa presenza di fondi crolla la propensione all’acquisto. Anche il bilancio dello Stato risente dei minori incassi in termini di IVA e di tasse di immatricolazione, una cifra stimabile in oltre 100 milioni di euro. Ora non resta che lavorare per recuperare il terreno nel 2011, sperando che anche il ciclo economico mostri segnali positivi. I produttori e tutto il mondo delle due ruote ha presentato al Salone della moto di Milano novità interessanti, che hanno suscitato commenti più che positivi. Siamo consapevoli che la voglia di moto è sempre presente, tanto è vero che il mercato dell’usato è stato particolarmente vivace. Occorre tuttavia recuperare la fiducia e le risorse per invertire la tendenza negli acquisti del nuovo."

SEGMENTO PER SEGMENTO
Scendiamo nel dettaglio dei vari segmenti di mercato per cercare di capire quali saranno le moto e gli scooter su cui punteranno le aziende in futuro, perché è da questi dati che è possibile fare qualche previsione.
Nel 2010 sono stati immatricolati 307.045 veicoli a due ruote con un decremento complessivo del 24,2%. Il comparto dello scooter con 213.456 unità registra un -27,7%; mentre la perdita del settore moto è meno sensibile con 93.589 pezzi pari al 14,5% in meno.

GLI SCOOTER
L’analisi per cilindrata conferma l’importanza degli scooter tra 300 e 500 cc che con 80.123 veicoli e un -13,5% rappresentano il segmento di riferimento in cui si concentrano i maggiori numeri. Mostrano riduzioni di circa un terzo dei volumi i 125 cc, con 65.628 immatricolazioni (-36,2%), i 150-200 cc con 47.225 pezzi (-33%) e i 250 cc con 18.890 veicoli (-30,9%).

LE MOTO
Passando alle moto, il 2010 conferma la crescita notevole del segmento di veicoli superiori ai 1000 cc: con 24.556 unità sono state vendute il +10,1% di moto in più. Il segmento "over 1000" inoltre, è sempre più importante come volumi e costituisce ora il 26,2% del mercato moto. Crescono anche le moto tra 800 e 1000 cc con 23.039 pezzi, che sono l’1% in più rispetto ai volumi del 2009 e un buon 24,6% del mercato. Non si arresta il crollo delle medie cilindrate: le 600cc con 9.938 pezzi calano del 41,6%, le 650-750 cc con 20.545 (-30,4%) e le 125cc con 7.635 (-18,7%).

GIU' LE NUDE, STABILI LE MAXI ENDURO, IN SALITA CUSTOM E TOURING
Osservando i dati per tipologia di moto, il 2010 conferma quanto più volte rilevato: le naked vanno a picco con 32.070 vendite pari a -28,7% insieme alle sportive, che con 11.038 unità vanno a meno 26,9%. In lieve contrazione le supermotard con 8.373 (-3,3%); sostanzialmente stabili le enduro stradali che con 23.906 pezzi si confermano il segmento leader di mercato (-0,9%). Sono in crescita costante le custom con 9.993 unità (+6.6%), e le moto da turismo con 6.665 immatricolazioni (+24,3%).

CHI E' IL VERO LEADER?
Guardando le classifiche di vendita, riscontriamo l’ennesimo successo dell’Honda SH, che nelle sue tre cilindrate domina il podio del mercato. Sommando 300, 150 e 125 cc, sono ben 34.706 i pezzi immatricolati. A ben guardare, però, il Piaggio Beverly 300 potrebbe reclamare la leadership di mercato perché, sommando i numeri fatti segnare dalla sua versione base e dalla Tourer, si arriva a ben 16.171 pezzi, mentre l’SH 300 è fermo a quota 13.957.

UNSTOPPABLE GS
Tra le moto inutile ricordare la leadership della BMW R1200 GS che, nelle due versioni base e Adventure raccoglie ben 6.208 consensi in Italia. A seguire la Kawasaki Z750 con 2.946 pezzi venduti, davanti alla rivale di sempre, la Honda Hornet, venduta in 2.438 unità. Buono il risultato della Ducati Hypermotard 796 che con 1.848 pezzi è la moto italiana più venduta e occupa il quinto posto assoluto. Peccato che la Multistrada 1200 (nei suoi tre allestimenti) si sia fermata una moto sotto, a 1.847 unità, altrimenti lo scettro di Italiana dell’anno sarebbe stato suo; ottima comunque la performance della multipurpose bolognese. Dispiace notare che i top seller di marchi come Yamaha e Suzuki siano la economica XJ6-N e la ormai vetusta V-Strom 650.

LA TOP 100 MOTO
1 BMW R 1200 GS 3.989
2 KAWASAKI Z 750 2.946
3 HONDA ITALIA CB 600 F HORNET 2.438
4 BMW R 1200 GS ADVENTURE 2.219
5 DUCATI HYPERMOTARD 796 1.848
6 HONDA XL 700 V TRANSALP 1.790
7 BMW F 800 R 1.788
8 YAMAHA XJ6-N 1.651
9 BMW F 800 GS 1.606
10 KAWASAKI ER-6N 1.437
11 KAWASAKI Z1000 1.424
12 DUCATI MONSTER 696 1.358
13 SUZUKI DL 650 V-STROM 1.335
14 KAWASAKI VERSYS 1.333
15 HONDA ITALIA CB 1000 R 1.328
16 HARLEY-DAVIDSON XL883N IRON 883 1.302
17 TRIUMPH BONNEVILLE 1.283
18 BMW R 1200 R 1.158
19 BMW R 1200 RT 1.133
20 YAMAHA FZ8-N 1.040
21 SUZUKI GLADIUS 650 976
22 YAMAHA YZF-R125 968
23 SUZUKI GSR 600 892
24 HARLEY-DAVIDSON XL1200X FORTY-EIGHT 856
25 KTM 125 EXC 852
26 HONDA ITALIA CBF 1000 822
27 BMW S 1000 RR 809
28 DUCATI MONSTER 796 794
29 HUSQVARNA SM 125 790
30 DUCATI MULTISTRADA 1200 S TOURING 778
31 TRIUMPH STREET TRIPLE 771
32 APRILIA DORSODURO 750 705
33 BMW F 650 GS NEW 702
34 HONDA CBR 1000 RR 690
35 YAMAHA YZF-R1 674
36 DUCATI MULTISTRADA 1200 636
37 KTM 250 EXC RACING 634
38 HONDA ITALIA CBF 600 S 616
39 KAWASAKI NINJA ZX-6R 615
40 DUCATI STREETFIGHTER/STREETFIGHTER S 582
41 TRIUMPH STREET TRIPLE R 570
42 YAMAHA YZF-R6 555
43 KTM 300 EXC 554
44 HONDA VFR 1200 F 550
45 TRIUMPH SPEED TRIPLE 1050 546
46 APRILIA RS 125 507
47 YAMAHA MT-03 506
48 HONDA CBR 600 RR 502
49 SUZUKI GSX-R 750 491
50 YAMAHA XT 660 Z TENERE 487
51 KTM 990 ADVENTURE 483
52 SUZUKI GSX-R 1000 474
53 HONDA CBF 125 468
54 YAMAHA XT 1200 Z 439
55 DUCATI 1198/1198S 438
56 DUCATI MULTISTRADA 1200 S SPORT 433
57 MOTO GUZZI V7 CLASSIC 426
58 YAMAHA FAZER 8 417
59 SUZUKI GSX-R 600 411
60 HARLEY-DAVIDSON FXDB DYNA STREET BOB 403
61 DUCATI 848 398
62 KTM EXC 450 390
63 HONDA ITALIA XL 700 V TRANSALP 377
64 KAWASAKI NINJA 250R 374
65 KTM 990 SUPERMOTO T 371
66 DUCATI HYPERMOTARD 1100 EVO 370
67 KAWASAKI ER-6F 366
68 KAWASAKI VN 900 CLASSIC 366
69 BETA EVO 2T 290 359
70 HONDA VT 750 S 348
71 HARLEY-DAVIDSON XL1200N SPORTSTER 1200 NIGHTSTER 342
72 HONDA VT 750 SPIRIT 336
73 YAMAHA WR 125 X 333
74 KAWASAKI NINJA ZX-10R 332
75 MOTO GUZZI STELVIO 1200 327
76 MOTO GUZZI 750 NEVADA 324
77 TRIUMPH TIGER 1050 322
78 YAMAHA FZ6-S 313
79 DUCATI MONSTER 1100/1100S 311
80 DUCATI HYPERMOTARD 1100 EVO SP 308
81 HARLEY-DAVIDSON FXDC DYNA SUPER GLIDE CUSTOM 308
82 SUZUKI GSF 650 S 308
83 HARLEY-DAVIDSON FXDWG DYNA WIDE GLIDE 306
84 HARLEY-DAVIDSON FLSTFB FAT BOY SPECIAL 304
85 HARLEY-DAVIDSON FLHX STREET GLIDE 303
86 YAMAHA FZ6-N 302
87 BMW K 1300 R 299
88 YAMAHA FAZER 1000 291
89 APRILIA RSV 4 1000 R 289
90 KTM 690 LC4 283
91 HARLEY-DAVIDSON XL883R SPORTSTER 883R 282
92 HARLEY-DAVIDSON XL883L SPORTSTER 883 LOW 279
93 KTM 990 SUPERMOTO 276
94 BETA ALP 4.0 273
95 YAMAHA FZ1 269
96 KTM 500 EXC 261
97 MV AGUSTA F4 1000 R V2 261
98 HARLEY-DAVIDSON FLHRC ROAD KING CLASSIC 258
99 SYM XS125-K M.Y.08 255
100 APRILIA SHIVER 750 MY 10 251

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Attualità e Mercato , 1000 , naked , enduro , scooter , cruiser , 600 , supermoto , supersport , turismo , custom , incentivi , eicma 2010


Top