Sport

pubblicato il 4 gennaio 2011

MotoGP: Phillip Island rimarrà in calendario

Lo ha dichiarato Andrew Westacott responsabile del Gran Premio Australiano

MotoGP: Phillip Island rimarrà in calendario

Non si fermano le polemiche innescatesi tra la Dorna e gli organizzatori del Gran Premio d’Australia, scaturite dopo la richiesta della società spagnola di spostare la data della gara da ottobre a marzo.
Come è noto, infatti, dopo le sfortunate condizioni atmosferiche con cui l’appuntamento 2010 con la gara australiana ha dovuto fare i conti, e le lamentele dei piloti che ne sono seguite, Carmelo Ezpeleta è corso ai ripari.
La Dorna, con l’obiettivo di spostare la gara in un periodo dell’anno più favorevole e più gradito ai piloti, ha mandato un ultimatum agli organizzatori del GP australiano dicendo che se non verrà fissata per il 2012 una data per la MotoGP in Marzo, potrebbe non essere garantita l’omologazione FIM per il tracciato.

Dall’altra parte del ring la voce di Andrew Westacott, boss del GP Australiano, che ha sostenuto che: "Non c’è nessun rischio che la nostra gara sia rimossa dal calendario, poiché il nostro contratto stabilisce che le gare debbono tenersi in Settembre o Ottobre ed è valido fino al 2016. La Dorna ci ha chiesto di rivedere i termini del contratto, e ne stiamo discutendo, ma la miglior finestra temporale secondo noi e l’opzione che noi preferiamo è che la gara resti nei mesi di Settembre/Ottobre. Come sanno bene tutti i fan del motor sport - continua Westacott - i cambiamenti atmosferici della nostra zona sono tali che non sia possibile garantire al 100% che una giornata sia bella o brutta.

UN COLPO AL CERCHIO…
Se Westacott ha perfettamente ragione nel ritenere che i capricci del tempo non possono essere controllati dall’organizzazione, è pur vero che la Dorna vorrebbe scongiurare il più possibile i rischi di un cambiamento climatico repentino, spostando la gara in marzo.
Il motivo di ciò è più che evidente… la Superbike, che storicamente inaugura la stagione a Philip Island a fine febbraio, trova sempre un meteo splendido e, ovviamente, Ezpeleta vorrebbe correre nello stesso periodo. Solo che gli organizzatori non vogliono avvicinare le date perché sicuramente avrebbero un calo nella partecipazione di pubblico.
In tutto questo ci fa sorridere l’uscita della Dorna sulla possibile "mancata omologazione" del circuito da parte della FIM. E come farebbe la FIM a omologare il tracciato per farci correre la Superbike ma non la MotoGP?

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Sport , motogp , gare , autodromi


Top