Attualità e Mercato

pubblicato il 14 dicembre 2010

Acciuffato "Lupin", il ladro-campione di moto

Campione di corse motociclistiche, ma anche ladro di moto: arrestato

Acciuffato "Lupin", il ladro-campione di moto

L’uomo dalla doppia vita: è un noto pilota delle corse motociclistiche di Vallelunga (Roma), nonché campione italiano di guida in pista di T-Max categoria Stock e membro di un team semi-professionale di corse; ma è anche un ladro, conosciuto negli ambienti malavitosi con il soprannome di Lupin. Ora la carriera dell’Arsenio italiano, L.G., 27 anni, è finita: è stato arrestato dai Carabinieri per il reato di ricettazione in concorso di numerose moto. Dopo che aveva già messo a segno numerosi colpi in passato.

CON LE MANI NEL SACCO
Se Lupin non si faceva mai prendere dalla Polizia, il "pilota-campione-ladro" è stato colto invece con le mani nel sacco: arrestato in flagranza di reato. Tutto ha avuto inizio a metà ottobre, quando L.G. è stato trovato a bordo di un furgone Fiat Ducato con all’interno due moto appena rubate ai Roma, in pieno centro. Un reato fine a se stesso? Un caso isolato? Così pareva, ma i Carabinieri si sono insospettiti per le insistenze del ragazzo, che voleva quanto prima rientrare in possesso del furgone, sequestrato. Così, dopo settimane di indagini e appostamenti, è arrivata la conferma: Lupin era al centro di un ampio giro di moto rubate.

DUE DEPOSITI
Addirittura, il nostro Arsenio aveva preso in affitto due depositi in via dell’Imbrecciato e via Portuense: dentro, centinaia di motociclette rubate e pezzi di ricambio. Adesso L.G., abituato a una vita frenetica, sempre di corsa in pista e con gli occhi ben aperti per non farsi pizzicare dagli investigatori, avrà tanto tempo da trascorrere in una cella di Regina Coeli, ripensando alle centinaia di proprietari di moto e scooter che ha fatto piangere, perché vittime dei suoi furti.

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza


Top