Eventi

pubblicato il 2 dicembre 2010

Jorge Lorenzo inaugura il Salone di Birmingham

La più grande fiera motociclistica inglese, aperta fino a domenica

Jorge Lorenzo inaugura il Salone di Birmingham
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • Carole Nash Motorcycle Live - Birmingham 2010 - anteprima 1
  • Carole Nash Motorcycle Live - Birmingham 2010 - anteprima 2
  • Carole Nash Motorcycle Live - Birmingham 2010 - anteprima 3
  • Carole Nash Motorcycle Live - Birmingham 2010 - anteprima 4
  • Carole Nash Motorcycle Live - Birmingham 2010 - anteprima 5
  • Carole Nash Motorcycle Live - Birmingham 2010 - anteprima 6

Quando in Italia gli echi dell’EICMA 2010 non si sono ancora spenti, in giro per l’Europa è già tempo di altri saloni motociclistici.
Lo scorso 27 novembre, infatti, ha aperto a Birmingham l’edizione 2010 del Carole Nash Motorcycle Live la più importante fiera a tema motociclistico del Regno Unito. Padrino d’eccezione della manifestazione è stato il Campione del Mondo Jorge Lorenzo, che si è anche reso disponibile per una sessione di autografi per le migliaia di spettatori presenti.

"Questo è stato un anno fantastico per me - ha detto Lorenzo - ed è oggi un grande onore inaugurare questa fiera. Mi sono divertito tantissimo a vedere tutte le moto esposte, ma in particolare è stato bello incontrare tutti gli appassionati inglesi, e vedere così tante magliette e cappellini con la mia faccia sopra!"

LA PIU' GRANDE FIERA DEL REGNO UNITO
Il Carole Nash Motorcycle Live, si estende su oltre 26 padiglioni coperti più le aree esterne e ha registrato la presenza di 38 marchi motociclistici.
Per i visitatori, inoltre, sarà possibile provare molte moto sulle aree esterne ma anche in quelle coperte e assistere alle esibizioni di Freestyle. Sono previsti corsi di guida anche per i bambini sopra i cinque anni in sella alle minicross Suzuki.
Ampio spazio alle moto speciali e al settore custom, come potete vedere dalla gallery che vi proponiamo, ma anche padiglioni dedicati alle moto d’epoca, stradali e da corsa.

Tra le moto più stravaganti esposte al Nec di Birmingham abbiamo trovato la Moonshine realizzata da Vic Jefford della Destiny Cycles. Si tratta di un chopper classico motorizzato Harley-Davidson Sportster che si distinque per la curatissima verniciatura "notturna" con tanto di luna e stelle.
Interessante anche la Ultima Lowrider di Steve Basley. E’ completamente realizzata artigianalmente e ha avantreno a parallelogrammo e retrotreno con forcellone monobraccio. Il dato più interessante in merito è che Basley non è un customizer di professione ma un semplice appassionato.
Tra le streetfighters abbiamo trovato l’interessante Yoshimura GSX-R Special, costruita da Lee Workman. Si tratta di una GSX-R 1100 dei primi anni novanta, con motore portato a ben 1.340 cc equipaggiato anche di un kit di protossido d’azoto. Per evitare impennate funeste, la moto prevede un forcellone abbondantemente allungato e una lista di accessori lunga un chilometro.
Pochi passi ed ecco apparire invece la GSX 1400 di Mark Worley, anche se della moto citata non resta che il motore, visto che il telaio è stato sostituito di sana pianta con uno artigianale auto costruito che mima un po’ quelli realizzati negli anni novanta da Spondon.
La più interessante, però, che abbiamo visto a Birmingham è una special costruita attorno a un motore Honda VTR1000F, con telaio artigianale in tubi tondi e un particolare forcellone in tubi con leveraggio simil Unit-Pro-Link. La caratteristica più interessante di questa moto, però, è che il motore è equipaggiato nientemeno che da un turbocompressore montato lateralmente. Non siamo riusciti a contattare il proprietario, ma continueremo a fare ricerche.

Autore: Lorenzo Gargiulo

Tag: Eventi , chopper , tuning , curiosità , saloni , eicma 2010


Top