dalla Home

Sport

pubblicato il 16 novembre 2010

BMW Motorrad Motorsport 2011

Per la prossima stagione si sta lavorando sull'aerodinamica

BMW Motorrad Motorsport 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 1
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 2
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 3
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 4
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 5
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 6

A Monaco di Baviera proseguono i lavori per la preparazione della Stagione 2011 per il Mondiale Superbike FIM.
All’opera naturalmente i due piloti che prenderanno parte l’anno prossimo al Mondiale delle derivate di serie, l’esperto australiano Troy Corser, e il nuovo acquisto, l’inglese Leon Haslam, proveniente dal Team Alstare Suzuki.

I due hanno trascorso la giornata di ieri nella galleria del vento presso il reparto aerodinamico del BMW Group a Monaco di Baviera (GER).
L'intenzione principale, come intuibile, è stata quella di ottimizzare la posizione aerodinamica di entrambi i piloti sulla BMW S 1000 RR.
Il test si è svolto a una velocità simulata fino a 240 km/h, dove i due rider hanno provato diverse posizioni del corpo in sella, al fine di trovare la minor resistenza possibile e migliorare il Cx.

Il team ha anche lavorato sull’ottimizzazione dell'efficienza aerodinamica del cupolino della BMW S 1000 RR in versione 2011. Tutti i dati raccolti saranno ora analizzati in dettaglio dai tecnici di Monaco di Baviera, e proprio sulla base di questi risultati, la moto sarà preparata e allestita per il prossimo test invernale che si svolgerà a fine novembre a Jerez.

"La posizione di guida è il fattore principale per l'efficienza aerodinamica complessiva del pacchetto di pilota-moto - afferma Rainer Baumel, Direttore Tecnico Team BMW Motorrad Motorsport - Le posizioni della testa e della parte superiore del corpo, dei gomiti, delle ginocchia e dei piedi, possono avere un'enorme influenza sulla resistenza, e di conseguenza sui tempi sul giro. Naturalmente, non c'è una posizione che sia ideale a tutti i piloti, perché tutto dipende da tanti e svariati singoli fattori, a cominciare dell’altezza e dalla statura degli stessi.
L'intenso lavoro in galleria del vento con Troy e Leon ha portato i piloti stessi alla scoperta della loro migliore posizione di guida. Allo stesso tempo, stiamo cercando di migliorare l'efficienza aerodinamica della moto, per quanto possibile, all'interno delle severe norme tecniche. –
Baumel continua - Ecco perché abbiamo valutato varie forme e posizioni del cupolino. Abbiamo raccolto molti dati importanti che ci aiuteranno con il set up della moto per i
prossimi test".


Troy e Leon naturalmente stanno proseguendo con la loro preparazione fisica per la prossima stagione. Mentre leggete questo, stanno prendendo parte al campo "training fitness BMW" , dove verranno raggiunti dagli altri piloti SBK del Team BMW Motorrad Italia: James Toseland (GBR), Ayrton Badovini (ITA) e tutti gli altri piloti che partecipano ai Campionati di Enduro.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , superbike , piloti


Top