Sport

pubblicato il 16 novembre 2010

BMW Motorrad Motorsport 2011

Per la prossima stagione si sta lavorando sull'aerodinamica

BMW Motorrad Motorsport 2011
freccia per aprire fotogalleryfreccia per aprire fotogallery
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 1
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 2
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 3
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 4
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 5
  • BMW Motorrad Motorsport in galleria del vento - anteprima 6

A Monaco di Baviera proseguono i lavori per la preparazione della Stagione 2011 per il Mondiale Superbike FIM.
All’opera naturalmente i due piloti che prenderanno parte l’anno prossimo al Mondiale delle derivate di serie, l’esperto australiano Troy Corser, e il nuovo acquisto, l’inglese Leon Haslam, proveniente dal Team Alstare Suzuki.

I due hanno trascorso la giornata di ieri nella galleria del vento presso il reparto aerodinamico del BMW Group a Monaco di Baviera (GER).
L'intenzione principale, come intuibile, è stata quella di ottimizzare la posizione aerodinamica di entrambi i piloti sulla BMW S 1000 RR.
Il test si è svolto a una velocità simulata fino a 240 km/h, dove i due rider hanno provato diverse posizioni del corpo in sella, al fine di trovare la minor resistenza possibile e migliorare il Cx.

Il team ha anche lavorato sull’ottimizzazione dell'efficienza aerodinamica del cupolino della BMW S 1000 RR in versione 2011. Tutti i dati raccolti saranno ora analizzati in dettaglio dai tecnici di Monaco di Baviera, e proprio sulla base di questi risultati, la moto sarà preparata e allestita per il prossimo test invernale che si svolgerà a fine novembre a Jerez.

"La posizione di guida è il fattore principale per l'efficienza aerodinamica complessiva del pacchetto di pilota-moto - afferma Rainer Baumel, Direttore Tecnico Team BMW Motorrad Motorsport - Le posizioni della testa e della parte superiore del corpo, dei gomiti, delle ginocchia e dei piedi, possono avere un'enorme influenza sulla resistenza, e di conseguenza sui tempi sul giro. Naturalmente, non c'è una posizione che sia ideale a tutti i piloti, perché tutto dipende da tanti e svariati singoli fattori, a cominciare dell’altezza e dalla statura degli stessi.
L'intenso lavoro in galleria del vento con Troy e Leon ha portato i piloti stessi alla scoperta della loro migliore posizione di guida. Allo stesso tempo, stiamo cercando di migliorare l'efficienza aerodinamica della moto, per quanto possibile, all'interno delle severe norme tecniche. –
Baumel continua - Ecco perché abbiamo valutato varie forme e posizioni del cupolino. Abbiamo raccolto molti dati importanti che ci aiuteranno con il set up della moto per i
prossimi test".


Troy e Leon naturalmente stanno proseguendo con la loro preparazione fisica per la prossima stagione. Mentre leggete questo, stanno prendendo parte al campo "training fitness BMW" , dove verranno raggiunti dagli altri piloti SBK del Team BMW Motorrad Italia: James Toseland (GBR), Ayrton Badovini (ITA) e tutti gli altri piloti che partecipano ai Campionati di Enduro.

Autore: Fabio Caliendo

Tag: Sport , superbike , piloti


Top