Attualità e Mercato

pubblicato il 16 novembre 2010

Etilometri, precursori: ma i locali li hanno?

Aiutateci a capire se i locali hanno gli strumenti per rilevare il tasso alcolemico

Etilometri, precursori: ma i locali li hanno?

L’obbligo di precursore è scattato il 13 novembre per tutti i locali che restano aperti dopo la mezzanotte: dalle discoteche ai bar fino ai ristoranti. Si tratta di dispositivi chimici "usa e getta" o elettronici, del tutto indicativi: servono a fornire un’idea del proprio livello di alcol nel sangue. Ma il fatto è che noi di OmniMoto.it qualche locale (tra Nord e Sud) lo abbiamo visitato e, almeno per ora e per quel che riguarda questo piccolo campione, siamo arrivati a una conclusione: non più del 50% dei locali è in regola. Una buona metà non ha ancora il precursore.

SIAMO SOLO ALL’INIZIO
Chiaramente, si deve attendere ancora qualche tempo per verificare se il "messaggio" della Legge 120/2010 è stato recepito. Tuttavia queste norme, sebbene effettive solo da pochi giorni, esistono già da agosto. E il motociclista, come ogni altro guidatore che ha intenzione di bere alcol prima di guidare (non lo si dovrebbe mai fare), ha il diritto di misurare il proprio tasso alcolemico: così prevede la Legge.

CI AIUTATE?
Sarebbe molto utile il vostro aiuto. Potreste segnalarci, in percentuale, quanti locali hanno il precursore, di quale tipo (se chimico o elettronico) e com’è andata la vostra esperienza col dispositivo. Idem per le tabelle che elencano gli effetti dell’alcol sul nostro organismo: le avete trovate nei locali? Erano bene in evidenza?

Attendiamo fiduciosi le vostre statistiche!

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada , alcol , etilometro


Top