Attualità e Mercato

pubblicato il 13 novembre 2010

Etilometri e tabelle obbligatori nei locali

Sicurezza stradale: nuove regole per misurare l'alcol

Etilometri e tabelle obbligatori nei locali

Il nuovo Codice della Strada è arrivato ad agosto, ma solo oggi entra in vigore l’obbligo di precursore per tutti i locali che vendono l’alcol e proseguono l’attività dopo la mezzanotte, anche in assenza di intrattenimento (musica, spettacolo, danze): si va dalle discoteche ai ristoranti fino ai bar. Attenzione però: non si sa ancora quali caratteristiche debba avere il precursore. Dev’essere chimico o elettronico? Con quale taratura? Va usato quello professionale o quello che vendono per quattro soldi alle bancarelle? Comunque, viene messo disposizione dei clienti che desiderano verificare il proprio stato di idoneità alla guida dopo aver bevuto. Ma non si tratta dell’etilometro sofisticato in uso alla Polizia, e non ha un valore legale. È solo indicativo.

TABELLE DI RIFERIMENTO
Inoltre, i locali che vendono l’alcol e proseguono l’attività dopo la mezzanotte (dalle discoteche ai ristoranti ai bar) devono esporre all'entrata, all'interno e all'uscita tabelle che riproducono la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell'aria alveolare espirata. Le tabelle riportano le quantità, espresse in centimetri cubici, delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico per la guida in stato di ebbrezza: mezzo grammo. Occhio, per i neopatentati, invece, c’è la tolleranza zero: non possono bere neppure un goccio.

PROVVEDIMENTO DA APPROFONDIRE
Vedremo come andrà, ma se si vuole arginare davvero il fenomeno degli incidenti dovuti alla guida in stato d’ebbrezza, allora servono regole più certe. Invece qui si sa poco o nulla sui precursori (che comunque offrono un’approssimazione grossolana della quantità di alcol nel sangue) e le tabelle non sono sempre così chiare (in particolare se le si consulta dopo aver bevuto e non prima). Basterà questo a dimostrare che al governo sta a cuore la sicurezza stradale correlata all'assunzione di alcolici?

Cosa ne pensate? Attendiamo i vostri COMMENTI!

Autore: Redazione

Tag: Attualità e Mercato , sicurezza , codice della strada


Top